Si apre “La porta del monte Arci”

Masullas aderisce all’iniziativa del fine settimana “Appuntamento in giardino”

MASULLAS. Week end alla scoperta delle meraviglie del patrimonio naturalistico e culturale. Sabato e domenica apre, infatti, ai visitatori “La porta del Monte Arci”, evento organizzato dal Centro di educazione all’Ambiente e alla Sostenibilità, che aderisce all’iniziativa nazionale “Appuntamento in Giardino” dell’Associazione Parchi e Giardini d’Italia. L’evento nasce per invitare il grande pubblico a scoprire la sorprendente ricchezza storica, artistica, botanica e paesaggistica dei giardini italiani. Masullas ha deciso di aderire aprendo le porte del proprio giardino botanico per scoprire tutte le essenze del Monte Arci, attraverso un percorso in cui le specie sono raggruppate in base alla tipologia degli habitat di appartenenza.

In occasione delle due giornate, l’associazione Mariposas de Sardinia allestirà due mostre Sensitour, itinerari tematici ed esperienziali legati ai cinque sensi. “Borghi nel Tempo” è il viaggio della vista alla scoperta degli antichi villaggi e dei nuovi borghi del Parte Montis, tra i ricordi e le leggende di ciò che oggi non è più visibile agli occhi e le peculiarità dei paesi ancora abitati, dove esistono e resistono realtà innovative che hanno unito il passato al presente. Le pietre, la memoria degli anziani e le leggende restano a testimonianza di luoghi e contrade ormai perdute, scenari di carestia, malattie ed incursioni barbaresche.

Altro itinerario tematico è “I volti del Monte Arci”, il viaggio dell’olfatto e dell’udito lungo i sentieri del bosco di un antico vulcano spento, sospesi tra la profondità silenziosa del passato e il suono del presente. Passi di esplorazione e scoperta in cui immaginare gesti antichi compiuti per millenni all’ombra di lecci, querce e corbezzoli, in luoghi conosciuti e abitati fin dalla preistoria. «È una bella occasione per visitare, previa prenotazione – suggerisce il primo cittadino Ennio Vacca – anche il Museo Naturalistico di Aquilegia, il Geomuseo del Monte Arci e la mostra dedicata a Raffaello».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes