Il chilometro mancante e la pista ciclabile può attendere

TERRALBA. Fossimo al Giro d’Italia sarebbe come una tappa che termina senza che ci sia la linea del traguardo, perché il traguardo è un chilometro e 400 metri più in là, ma il percorso finisce prima....

TERRALBA. Fossimo al Giro d’Italia sarebbe come una tappa che termina senza che ci sia la linea del traguardo, perché il traguardo è un chilometro e 400 metri più in là, ma il percorso finisce prima. Tra le incompiute c’è anche la pista ciclabile che da Marrubiu doveva portare a Terralba e viceversa. Non una distanza lunare, ma pochi chilometri. Se però il tratto che parte dall’uscita di Marrubiu è stato completato e inaugurato nel 2015, quello che da Terralba doveva raccordarsi al resto del percorso ancora non si vede. Il caso viene sollevato da Davide Sollai, segretario della sezione del Psd’Az di Marrubiu: «Perché la pista ciclabile è ferma a metà strada, al confine tra i due comuni? Non vogliamo sollevare polemiche, ma cerchiamo solamente di evidenziare dei problemi esistenti per migliorare, far crescere e valorizzare il nostro territorio, offrendo la nostra partecipazione».

La risposta però va cercata proprio oltre il confine invisibile a occhio nudo, ma ben segnato sulle tracce. Il progetto infatti si era arenato a Terralba, ma qualcosa in questi ultimi tempi sembra muoversi. Quel brevissimo tratto di un’opera incompleta rientra nel più vasto progetto regionale per la creazione di un rete ciclabile sarda. Anzi è proprio l’inizio del tratto Terralba-Bosa. Nel 2017, la Regione affidò la progettazione dell’intero percorso isolano all’Arst. È qui allora che vanno ricercati i motivi di tanta flemma.

Eppure nelle ultime settimane, il colpo di pedale si è visto. Non significa che a breve sarà completato tutto il tratto Terralba-Marrubiu, ma che finalmente le acque si sono smosse. La conferma arriva dal sindaco di Terralba Sandro Pili che chiarisce che la conferenza di servizi di fine febbraio ha approvato il progetto preliminare: «Le cose si complicano un po’ perché la pista si interseca con la rotonda che sarà realizzata all’ingresso della cittadina. La buona notizia è che la progettazione definitiva esecutiva per entrambe le opere è già stata finanziata dal ministero. Un primo lotto di lavori partirà a breve grazie a un finanziamento del nostro Comune da 240mila euro. Ancora non conosciamo l’importo totale di tutta l’opera, ma gli uffici stanno predisponendo il progetto esecutivo che ci consentirà di chiedere i finanziamenti per completare sia la rotonda che il tratto di pista». (e.carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes