Fermato con 200 grammi di marijuana

La polizia arresta un 57enne. Processato per direttissima patteggia 16 mesi

ORISTANO. Guidava tranquillo, o forse non troppo. Di sicuro quando due sere fa ha visto la paletta di una pattuglia della Squadra mobile, qualche timore l’avrà avuto. Infatti poco dopo, quel che l’automobilista temeva si è verificato: gli agenti si sono infatti insospettiti e hanno cominciato una perquisizione che li ha portati a trovare due buste nascoste nel portabagagli, buste dal contenuto assai sospetto e pressoché inconfondibile. Contenevano poco più di 200 grammi di marijuana, mentre in tasca il guidatore aveva pochi grammi di hascisc e 40 euro.

Sono stati sequestrati anche quelli e poi la perquisizione, dalla strada nei pressi di Fenosu, è proseguita in casa in via Cagliari a Oristano. Non c’era altra droga, ma qualcosa di importante è stato comunque trovato. Gli agenti, coordinati dal dirigente Samuele Cabizzosu, hanno infatti trovato un bilancino di precisione nascosto sotto il letto. Sequestrato anche quello e arresto in flagranza per Francesco Meli, 57 anni, che ieri mattina è stato accompagnato in tribunale per il processo per direttissima.

Dopo la convalida del fermo da parte della giudice Carla Altieri, il pubblico ministero Andrea Chelo e l’avvocato difensore Andrea D’Andrea hanno raggiunto l’accordo per il patteggiamento. La pena stabilita è di un anno, quattro mesi e venti giorni, quindi la giudice ha deciso di applicare la misura dell’obbligo di dimora nel Comune di Oristano e il divieto di uscire da casa dalle 20 di sera sino alle 7 della mattina.

Conclusa con successo questa operazione antidroga, la polizia non si ferma. Gli inquirenti sono infatti al lavoro per vedere se il giro di spaccio sia limitato al solo Francesco Meli oppure se ci siano altre interessanti ramificazioni che lasciando intendere che il mercato degli stupefacenti è ben alimentato. (e.carta)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes