Adina non ci sta «Sinora ignorati, vogliamo essere coinvolti»

CABRAS. Botta e risposta fra Adina, l'Associazione dei diportisti nautici, rappresentata dal suo presidente, Ivo Zoccheddu, e il sindaco di Cabras, Andrea Abis, a margine della presentazione del...

CABRAS. Botta e risposta fra Adina, l'Associazione dei diportisti nautici, rappresentata dal suo presidente, Ivo Zoccheddu, e il sindaco di Cabras, Andrea Abis, a margine della presentazione del progetto del Comune per la realizzazione di un molo galleggiante a Mare Morto. La struttura ricade infatti in un'area nella quale Adina opera da 30 anni con un proprio scalo di alaggio. «Quelle di oggi sono le prime notizie ufficiali che abbiamo – ha affermato Zoccheddu – nonostante le nostre richieste, non siamo mai stati coinvolti e ci hanno ignorato. Finora si è ragionato sempre sul si dice. Abbiamo anche presentato istanza di accesso agli atti, che ci è stato negato. Non siamo a conoscenza di altri Comuni che offrono servizi in concorrenza con associazioni private. Tuteleremo i nostri diritti, ma non c'è necessità di arroccarsi su posizioni preconcette. Al Comune e all'AMP chiedo di arrivare a un accordo con la nostra associazione. Ricordo che quando si entra a casa di qualcuno si bussa: loro non lo hanno fatto». Immediata la replica del sindaco: «Non c'è alcuna concorrenza nel progetto che realizziamo, ma complementarietà. Non ci sono interferenze. Offriamo servizi diversi. Una sinergia può realizzarsi sul campo e non con le chiacchiere». (p.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes