Nasce il mercato dell’Inclusione con la firma di Coldiretti

GHILARZA. Un’economia etica e solidale in grado di offrire prodotti di qualità certificata a chilometro zero: è la prerogativa del Mercato dell’Agricoltura e dell’inclusione targato Coldiretti. È il...

GHILARZA. Un’economia etica e solidale in grado di offrire prodotti di qualità certificata a chilometro zero: è la prerogativa del Mercato dell’Agricoltura e dell’inclusione targato Coldiretti. È il primo esperimento, nell’ambito di Campagna Amica, che mette assieme aziende con attività di tipo sociale, imprese private e realtà del terzo settore che operano per il reinserimento delle persone svantaggiate nel panorama lavorativo e nella società. Gli stand si apriranno il 28 giugno alle 10 in via Gennargentu, che ospiterà il mercatino eco-solidale tutti i lunedì.

Dopo la benedizione di Don Fabio Marras, il sindaco Stefano Licheri, i dirigenti Coldiretti e alcuni sindaci dei consigli comunali dei ragazzi effettueranno il taglio del nastro. «Il progetto lega la terra e i prodotti agricoli alle attività sociali e valorizza l’uomo, il lavoro e l’impegno verso i più deboli», sottolineano il direttore e il presidente Coldiretti Oristano, Emanuele Spanò e Giovanni Murru. «Grazie all’impegno del sistema regionale Coldiretti – afferma il responsabile provinciale di Campagna Amica, Serafino Mura – realizziamo un mercato dove il valore etico e solidale va oltre gli aspetti commerciali ed economici». (mac)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes