Rogo nell'Oristanese, ancora in azione 6 elicotteri e 6 canadair

I mezzi aerei a sostegno dell'attività delle squadre a terra sui focolai ancora attivi

ORISTANO. Proseguono interrottamente le operazioni di bonifica ma anche per domare i focolai del gigantesco rogo che ha devastato il Montiferru, nell'Oristanese, e che continua a bruciare ormai da sei giorni. Attualmente le squadre a terra di Protezione civile, Corpo forestale, Vigili del fuoco e Volontari lavorano nell'area compresa tra Scano di Montiferro e Cuglieri, spostandosi di focolaio in focolaio. In loro aiuto ci sono cinque elicotteri della flotta regionale partiti dalle basi di Farcana, Fenosu, Sorgono e Bosa, il Super Puma e sei Canadair, quattro della flotta nazionale e due francesi.

E mentre si lavora per spegnere definitivamente il gigantesco rogo, si registrano altri incendi in diverse zone dell'Isola. Preoccupa la situazione a Bottida, in località Nuraghe Sa Pietade, nel Sassarese, dove le fiamme minacciano le abitazioni del paese. Accanto alle squadre a terra stanno lanciando bombe d'acqua sulla zona due elicotteri, il Super Puma e due Canadair. Non si registrano al momento case evacuate. Due elicotteri stanno intervenendo anche sul rogo ancora attivo a Serri, nel Sud Sardegna, mentre sono stati già spenti gli incendi divampati a San Basilio, sempre nel Sud Sardegna e a Tortolì in Ogliastra.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes