Scoppia una tubatura, cantiere allagato

Ancora problemi sulla strada 292 dove sono in corso lavori che durano da anni

ORISTANO. La tubatura esplode e la strada si allaga. Sembra non abbiano pace i lavori di ampliamento della strada statale 292 che collega l’uscita Nord di Oristano con la Carlo Felice. La notte scorsa, la tubatura della condotta idrica si è rotta ed ettolitri d’acqua sono fuoriusciti invadendo il cantiere dei lavori, ma anche un buon tratto dell’arteria tra le frazioni di Nuraxinieddu e Massama. Il guasto è avvenuto all'altezza del cimitero e sono stati alcuni automobilisti, che percorrendola nelle prime ore del mattino, hanno dato l’allarme.

I primi ad arrivare sono stati i vigili del fuoco che hanno liberato la strada dall’acqua e dal fango, mentre la polizia stradale è stata impegnata per l’intera durata delle operazioni a deviare il traffico che in quel tratto, soprattutto nelle ore di punta, è sempre piuttosto intenso. Verso le 8 del mattino è arrivata anche una squadra di Abbanoa che per tutta la giornata è stata impegnata a riparare la falla. La presenza delle condotte idriche che vanno da Siamaggiore a Oristano, interrate proprio in quel tratto di strada, sembra rappresentare un problema ormai costante per i lavori di adeguamento. Già alla fine dell’estate del 2015 il cantiere si era dovuto fermare perché bisognava spostare le condotte. I fondi necessari, quasi 250mila euro, li trovò la Provincia. Attualmente le opere di trasferimento delle condotte le sta svolgendo Abbanoa. Ieri però il guasto ha comportato la fermata dei lavori anche per il cantiere stradale, con gli scavi che, inevitabilmente, per alcune ore, erano diventati piscine. (m.c.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes