Frazioni di Oristano, definite le linee guida sull’urbanistica

ORISTANO. Riunione senza particolari scossoni, martedì sera in Consiglio comunale. La seduta è cominciata con una dichiarazione di solidarietà, rimasta però isolata, da parte di Patrizia Cadau nei...

ORISTANO. Riunione senza particolari scossoni, martedì sera in Consiglio comunale. La seduta è cominciata con una dichiarazione di solidarietà, rimasta però isolata, da parte di Patrizia Cadau nei confronti del medico e sindacalista Giampiero Sulis, deferito dai vertici della Assl per aver denunciato la mancanza di dispositivi di protezione individuale durante l'emergenza Covid: «Un fatto increscioso, ledere i diritti di un professionista e di un sindacalista è una barbarie anche verso la comunità». Poi la concessione, votata all'unanimità dall'aula, della cittadinanza onoraria oristanese al Milite ignoto: «In quest’aula, indossando la fascia tricolore, ribadiamo senza tentennamenti che l’Italia ripudia la guerra, all’insegna del pensiero rivolto a quanti hanno sacrificato la propria vita per l’Italia lungo il tormentato percorso che ha permesso l’edificazione (repubblicana e democratica) che abbiamo ereditato» ha affermato il sindaco Lutzu. Si è poi passati all'adozione definitiva delle Linee guida dei centri matrice delle frazioni e delle quattro osservazioni presentate da privati. È stato invece respinto in blocco il parere dell'ufficio regionale per la tutela del paesaggio, senza il voto della minoranza, che riteneva non fosse una materia di competenza consiliare. «Quest'approvazione consentirà di rimuovere il blocco urbanistico che grava sugli abitanti di Silì, Nuraxinieddu, Massama e Donigala» ha affermato l'assessore all'Urbanistica Licheri. «Siamo il primo Comune a occuparsene in Sardegna – ha spiegato il presidente della commissione competente Fulvio Deriu – con queste linee guida eliminiamo ogni elemento di soggettività dalle valutazioni sull'impatto ambientale nell'edilizia dei centri matrice delle frazioni». Infine la maggioranza ha ratificato una variazione di bilancio per 523 mila euro per i lavori della strada di Tiria e 3500 euro per l'acquisto dei condizionatori per le casette prefabbricate di viale Brianza. (dav.pi.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes