Un bel gruzzolo per i servizi educativi

Al Comune arrivano 66mila euro di finanziamenti dal ministero

ORISTANO. Sono stati stanziati 66mila euro per il potenziamento dei servizi educativi territoriali, dei centri estivi e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati ai minori. Arrivano da un finanziamento deciso in primavera dal ministero per la Famiglia e le Pari opportunità nel quadro del decreto “Sostegni Bis” e ora la giunta comunale di Oristano, su proposta degli assessori Carmen Murru (Servizi Sociali), Maria Bonaria Zedda (Politiche giovanili) e Massimiliano Sanna (Pubblica Istruzione), ha impartito agli uffici gli indirizzi per la ripartizione della spesa.

La parte più importante, ovvero 30mila euro, sarà destinata a un progetto sperimentale di Educativa di strada della durata di sei mesi, con un team di professionisti che cercheranno di raggiungere i più giovani direttamente nei loro luoghi di ritrovo, come piazza Cattedrale e altre zone del centro storico, dove più volte si sono registrate tensioni con i residenti per chiasso e rifiuti.

Sono poi 24mila gli euro che saranno destinati alle manutenzioni negli edifici che svolgono la funzione di ludoteca o asilo nido. Altri 5mila euro saranno impiegati per l’acquisto di due defibrillatori da inserire nelle dotazione di strutture di cui con frequenza fanno uso i più giovani. Infine 7mila euro serviranno ad acquistare e installare giochi, attrezzature altri arredi per le aree comunali destinate ad accogliere spazi-gioco per i più piccoli, ad esempio nei parchi pubblici, o nelle quali bisogna sostituire gli arredi ormai non più funzionanti e non sono poche le sollecitazioni in tal senso.

Nelle prossime settimane gli uffici comunali approveranno gli atti burocratici necessari a far partire il programma che avrà successivamente attuazione.

Davide Pinna

WsStaticBoxes WsStaticBoxes