La Nuova Sardegna

Oristano

Il lutto

Addio a Enrico Fiori, padre del folklore

Addio a Enrico Fiori, padre del folklore

Si è spento a 81 anni il fondatore del Gruppo Folk Città di Oristano

17 aprile 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano La città, e non solo, perde un pezzo di storia. La malattia che l’aveva colpito lo teneva ormai lontano dai palchi che abitualmente calcava, ma questo non rende meno triste il momento. Ieri si è infatti spento a 81 anni Enrico Fiori, un faro per la vita culturale cittadina. È a lui e alla sua dedizione che si devono tantissime iniziative che hanno mantenuto vivo, in tutti questi anni, il mondo delle tradizioni oristanesi. Quando si parla di tradizioni si pensa subito alla Sartiglia, ma sarebbe riduttivo limitare a questo l’attività culturale di Enrico Fiori. Al suo nome è infatti associato il Gruppo Folk Città di Oristano che dal 1961 ha animato tantissime serate e manifestazioni e portato in giro per il mondo il volto migliore della città.

È a lui che si deve la sua istituzione, ma Enrico Fiori non si è certo limitato a questo. La sua collezione privata di costumi sardi è qualcosa di straordinario che meriterebbe un luogo di esposizione pubblico di prim’ordine. E non è un caso che ne possedesse così tanti, perché per anni è stato uno studioso attentissimo delle tradizioni locali, capace anche di ringiovanire certe usanze che altrimenti si sarebbero perse. Lo faceva proprio grazie alle sue competenze e alla sua voglia di trascinare altre persone a seguirlo nelle sue imprese. Raccolse il suo frutto più maturo nel 2018, quando a Messina ricevette il riconoscimento di Padre del Folklore, che viene assegnato dalla Federazione italiana per le tradizioni popolari.

L’amministrazione comunale ha annunciato che il grande lascito culturale non andrà perduto e che la sua figura verrà ricordata nella maniera migliore possibile. Il compito più difficile sarà trovare una figura adeguata in grado di raccogliere il testimone.

In Primo Piano
Il giallo e l’inchiesta

Ecco che cosa sappiamo sul caso di Francesca Deidda

di Luciano Onnis
Le nostre iniziative