La Nuova Sardegna

Oristano

Turismo

Il Gal Sinis al Wine Festival di Merano per promuovere le ricchezze del territorio


	Una parte dell'esposizione dei prodotti del Gal Sinis
Una parte dell'esposizione dei prodotti del Gal Sinis

Prodotti in vetrina in Alto Adige da Cabras, San Vero Milis e Riola Sardo. Prosegue l’azione di valorizzazione delle eccellenze

05 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Cabras Il Merano Wine Festival diventa una vetrina di eccezione per il Gal Sinis che mette in mostra in questi giorni le ricchezze del proprio territorio. Iniziato il 3 novembre, il festival si concluderà martedì 7 novembre ed è stato individuato dal Gruppo di azione locale come il luogo più adatto per promuovere il territorio, i suoi vini e gli altri prodotti tipici che rappresentato un’eccellenza. Non è la prima volta che il Gal Sinis sceglie la rassegna della città dell’Alto Adige, ritenuta adatta all’obiettivo del Piano di azione che è quello di valorizzare, promuovere e sostenere le eccellenze del territorio, rafforzando e consolidando le reti e le sinergie tra gli operatori locali così da aggregare l’offerta ed internazionalizzare il contesto produttivo.

Come le precedenti, anche la 32ª edizione del Merano Wine Festival si svolge nell’elegante Kurhaus, dove sono attesi 10mila visitatori e dove sono oltre 600 gli espositori che propongono più di 1.500 vini in degustazione, 350 etichette nella WineHunter Area, oltre 1.750 WineHunter Awards, 26 masterclass, 22 cooking show, 2 presentazioni di libri e 6 talk nell’ambito del summit Respiro e Grido della Terra. È per questo che l’evento viene considerato come uno dei più importanti nel settore enogastronomico in Italia e in Europa. II Gal Sinis è presente con un proprio stand, dov’è possibile degustare i prodotti delle aziende locali selezionate attraverso un bando pubblico. Inoltre, saranno organizzati due cooking show dedicati alle eccellenze enogastronomiche del Sinis. La selezione di prodotti tipici comprende l'olio dell'oleificio Corrias, le creme e altri prodotti di Sa Marigosa di Riola Sardo, i vini delle Tenute Evaristiano di San Vero Milis e la prelibata bottarga di Tharros Pesca di Cabras.

«Per il Gal Sinis essere presente alla kermesse di Merano rappresenta una nuova occasione di promozione a livello nazionale e internazionale – afferma il presidente Alessandro Murana –. I nostri vini, ma anche le altre produzioni agroalimentari hanno sempre più successo nei mercati di tutto il mondo e il Gal continuerà, anche in collaborazione con altri soggetti locali come la Fondazione Mont ’e Prama, a investire nelle attività promozionali e nella partecipazione ai grandi eventi in Italia e all’estero».

A proposito del Wine Festival di Merano, questo viene considerato dal presidente «Non solo come una vetrina, ma come un’occasione di incontro con specialisti del settore con la possibilità per il Sinis di valorizzare e promuovere il suo sistema produttivo insieme agli attrattori culturali e ambientali che lo rendono unico nel panorama nazionale e internazionale». (e.carta)

In Primo Piano
Cattedre vacanti

Assalto alla scuola, nell’isola in quattromila a caccia di una supplenza

di Silvia Sanna
Le nostre iniziative