La Nuova Sardegna

Oristano

Istruzione

Intelligenza artificiale, al De Castro di Oristano i docenti vanno a lezione


	La pagina web di ChatGPT
La pagina web di ChatGPT

Giornata di formazione per gli insegnanti dell’istituto che si confronteranno su come usare i nuovi strumenti per la didattica e su quali problemi etici questi comportino

07 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Domani tocca a Oristano, dove si svolgerà la terza tappa del ciclo di quattro giornate di alta formazione sul tema “La scuola del futuro, oggi”. Sono momenti di approfondimento riservati ai docenti delle scuole superiori della Sardegna e dedicati al tema dell’intelligenza artificiale che coinvolgono circa 350 insegnanti, parte dei quali hanno già partecipato agli incontri di Sassari e Nuoro. Domani, mercoledì 8 novembre ci si sposta al liceo De Castro, dove si affronterà il tema su “Come nascono e come evolvono le intelligenze artificiali generative?”. Può essere considerata una sorta di introduzione all’intelligenza artificiale partendo dalla consapevolezza nell’uso di questo strumento, per esaminare le opportunità che offre e anche gli aspetti critici che si possono presentare nel futuro.

Visto il contesto, l’approfondimento è legato al mondo dell’istruzione e in particolare alle opportunità che l'intelligenza artificiale porta nell’apprendimento delle discipline scolastiche, con particolare riferimento all'arte e alle lingue. Si esamineranno poi il linguaggio di programmazione e la comprensione delle emozioni contenute nei testi scritti. Uno spazio particolare verrà assegnato all’innovazione e all’etica, partendo proprio dal ruolo attuale dell’intelligenza artificiale. Quindi si lavorerà in gruppi con dei laboratori che si svolgeranno dalle 13.30 alle 18,00.

I relatori saranno Antonella Fancello, Paolo Carta, Silvia Lutzoni, Paola Cadeddu, Marco Ortu e Andrea Carta, mentre il dirigente scolastico dell’istituto De Castro, Pino Tilocca, così commenta l’iniziativa: «Ritengo importantissimo chiamare i docenti delle scuole sarde a una prima riflessione sulle tematiche dell’intelligenza artificiale e sulle problematiche didattiche che vengono poste alla scuola, la quale non può rimanere estranea a un processo che è tecnologico, ma anche filosofico e logico e che deve diffondersi in un contesto caratterizzato da democraticità e inclusività».

In Primo Piano
Monta la protesta

Agricoltori e allevatori sardi si mobilitano: il 17 giugno comincia il “mese della collera” contro i danni della siccità

Le nostre iniziative