La Nuova Sardegna

Oristano

L’evento

Bosa si prepara al tutto esaurito per la nuova edizione del Beer Fest

di Alessandro Farina

	Gli stand sul Lungotemo
Gli stand sul Lungotemo

Attese migliaia di persone, tantissimi i turisti

22 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Bosa Il taglio del nastro della edizione 2024 è previsto alle 15 del 24 aprile, alle 15; con orari da giovedì a domenica che accontentano tutti, visto che gli stand apriranno dalle 11 del mattino fino alle 2 dell’indomani. La formula è ormai quella consolidata in anni di esperienza organizzativa, al pari di quella impressa nella selezione delle migliori birre artigianali tra Sardegna, continente e anche oltre.

E’ tempo di Bosa Beer Fest nella città del Temo, dove nei giorni scorsi l’amministrazione ha fatto tirare a lucido Lungotemo De Gasperi e Lungotemo Scherer, unite dal ponte pedonale a ovest e dallo storico ponte in trachite a est il percorso unico del Beer Fest. Manifestazione che ha conquistato il cuore di tanti amanti della birra e incuriosito migliaia di visitatori, dalla prima all’ultima edizione.  I birrifici selezionati «con meticolosa attenzione affinché il Bosa Beer Fest possa offrire il meglio delle produzioni brassicole al grande pubblico dei beerlovers», assicurano dalla Sardinian4All. Poco più di trenta quest’anno, tra gli stand allestiti sulle due sponde del Temo, con accesso anche in questa edizione con biglietto, le prevendite sono già iniziate.

Da oltre Tirreno sono in arrivo a Bosa i birrifici Babylon, Folignano; Baladin, Piozzo; Busa dei Briganti, Padova; Croce Di Malto, Trecate; Canediguerra, Alessandria; Epica, Sinagra; La Villana, Vicenza; Birrificio Rebel’s, Roma; Renton, Fano; Ritual Lab, Formello; Birrificio War, Cassina de’ Pecchi; East Side Brewing, Latina; Evoque Brewing, Trebaseleghe; Jungle Juice Brewing, Roma; Piccolo Birrificio Clandestino, Livorno; Evoque, Trebeseleghe.

Dalla Sardegna saranno presenti al Bosa Beer Fest i birrifici Centoteste, Tortolì; Birrificio di Cagliari; Dolmen, Sassari; Horo, Sedilo; Isola, Thiesi; Mezzavia, Selargius; Nanumoru, Sanluri; Nora, Oliena; Puddu, Oristano; Seddaiu, Thiesi; Settimo San Pietro; Shardana Beer Brothers, Assemini; Sorres, Borutta; e TrediciZeroUno da Nuoro – Olbia. Con presenza internazionale il Moor Beer Company, dalla lontana Bristol, Regno Unito. Insomma di tutto di più per gli amanti di bionde, nere, rosse e magari anche di qualche nuova proposta di gusto.

Per un Beer Fest che ancora una volta assicura cibo, divertimento e dal palco al centro del fiume musica, visto il lungo elenco di spettacoli previsti dal 24 al 28 aprile. Un’occasione per gustare le migliori birre selezionate, e anche per trascorrere qualche giornata a Bosa. Sarà questo  il ritorno in termini economici per la città del Temo del Beer Fest, che estende il suo bacino di accoglienza ai paesi della Planargia, Montiferru Occidentale, Marghine, visto che negli anni scorsi molte strutture extralberghiere sulla fascia centro occidentale dell’isola hanno collezionato il tutto esaurito di posti letto.

Il Bosa Beer Fest vede il patrocinio pubblico del Comune di Bosa, che ospita la manifestazione, e della Regione.

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative