La Nuova Sardegna

Oristano

Divieti dimenticati

Torregrande, il cantiere ignorato da turisti e residenti


	Il cantiere ieri nel pomeriggio (foto fgp)
Il cantiere ieri nel pomeriggio (foto fgp)

L’area interessata ai lavori non è off-limits

05 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Ma è un cantiere o una passeggiata? Tutt’e due. Complice la bella giornata residenti e turisti hanno preso d’assalto Torregrande, riversandosi in spiaggia e percorrendo il lungomare. Nonostante il cantiere. Entrarci non è stato certo una impresa. È bastato spostare le reti arancioni che lo delimitano e percorrere la strada più breve per raggiungere la dfestinazione. La situazione che si è vista ieri si ripeterà per altri due mesi ogni fine settimana.

Dopo la concessione del Comune all’impresa vincitrice di concedere in subappalto alcune opere murarie, operai e macchine sono tornate, anche se non in forze, a Torregrande. E vi rimarranno, come da programma sino al 30 giugno. Dopo la pausa di due mesi, ci saranno altri due mesi di lavori poi nuovo stop dal 1° luglio «per evitare di compromettere la stagione estiva», secondo gli auspici del Comune. Peccato che a quella data la stagione è già iniziata da un pezzo e che manifestazioni sportive e ombrelloni arriveranno ben prima dello stop ai lavori. Due mesi di stop e poi la ripartenza a settembre, anche qui con la stagione in realtà in corso. Il risultato di questo stop-and-go? Allungamento del calendario e fine lavori più avanti del previsto. È il motivo per cui il Comune ha scelto di procedere per fasi successive senza smantellare per intero il lungomare, ma intervenendo solo sul tratto in cui erano iniziati i lavori. Un lungo calendario che sembrava procedere spedito sino allo scorso ottobre, quando erano spariti mezzi meccanici e operai dopo che erano emersi problemi legati allo smaltimento dell’asfalto. È stato necessario effettuare una perizia per ricalcolare i costi che sono aumentati rispetto al momento in cui era stato pianificato il lavoro.

Poi a Pasqua la riapertura del cantiere. Andati via ombrelloni e bagnanti, si tornerà al lavoro l’autunno prossimo. Per questa prima fase si dovrebbe riuscire a concludere il lavoro sulla parte destra del lungomare dall’inizio sino alla piazza della torre. La seconda tranche interesserà tutta la parte sinistra. Ma è meglio moderare l’entusiasmo e aspettare il completamento dell’ultima fase del cantiere prima di poter brindare alla nuova passeggiata.

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative