La Nuova Sardegna

Oristano

I controlli

Oristano, shopping sotto le stelle: fioccano rimozioni, multe e sanzioni fra i tavolini

di Caterina Cossu
Oristano, shopping sotto le stelle: fioccano rimozioni, multe e sanzioni fra i tavolini

Durante la manifestazione era prevista la chiusura al traffico, dalla via Tirso verso piazza Roma, fino a piazza Eleonora. Ma in tanti non sapevano e hanno dovuto fare i conti con l’amara sorpresa. Non è andata meglio ai locali con i tavolini negli spazi in concessione

10 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Oristano Shopping sotto una stella funesta ieri sera per qualche visitatrice o visitatore del centro storico alla caccia dell’affare di stagione. L’apertura della tradizionale iniziativa “Shopping sotto le stelle”, l’appuntamento del martedì di shopping fino alla mezzanotte per agevolare l'inizio dei saldi con le ormai tradizionali compere in notturna, ideata e promossa da Confcommercio, con la collaborazione del Centro commerciale naturale Centro Città Oristano e del Comune è arrivata quest'anno alla sua sedicesima edizione. Come ogni hanno, ha previsto la chiusura al traffico delle vie di accesso al centro storico, dalla via Tirso verso piazza Roma, per arrivare a piazza Eleonora. Un particolare segnalato con apposita cartellonistica, che è però sfuggita a qualche malcapitata o malcapitato automobilista, cui è costata, invece dello sconto, una sgradita contravvenzione. Sono stati ben 9 i veicoli rimossi forzatamente dalla Polizia locale dagli spazi interdetti al parcheggio dall’ordinanza comunale (nella foto), nelle vie di accesso al cuore della città, con l’accompagnamento di una multa salata.

Dalle auto in sosta “vietata” ai locali commerciali. Non è andata meglio, ai locali con i tavolini negli spazi in concessione: per tutta la sera sono andati avanti a tappeto i controlli preannunciati i giorni scorsi dal Comando di via Carmine. Vigilesse e vigili hanno sanzionato due bar e una pizzeria, che vanno ad aggiungersi agli esercizi già multati precedentemente. La prima giornata di controlli, il 4 luglio, era partita dal centro storico, dove su otto verifiche, cinque locali avevano ricevuto la contestazione sugli spazi di suolo pubblico occupati. Tutti i locali ora dovranno pagare 173 euro di contravvenzione per ogni metro quadro occupato con sedie e tavolini al di fuori di ciascuna propria concessione. Inoltre, dall'Ufficio Tributi arriverà la richiesta di pagamento nella parte di metri in più occupata, un esborso che si aggiungerà alla sanzione. Non è un mistero come il malcontento serpeggi tra i ciottoli della piazza: la questione è annosa, complicata dalle successive misure adottate, prima per arginare gli effetti negativi del lockdown durante la pandemia e successivamente con le contromisure per tornare a una gestione degli spazi che facesse riferimento alla situazione pre-covid. I malumori non sono mai mancati negli ultimi anni, soprattutto per chi offre servizi. Questa nuova ondata di controlli sembra acuirli. I controlli andranno avanti in tutto il territorio del Comune di Oristano, comprese le frazioni e la marina di Torregrande.

In Primo Piano
I vigili del fuoco

Escursionista francese soccorsa con l’elicottero sull’isola di Tavolara

Le nostre iniziative