Rinunciano alle indennità per regalare la piscina al paese

Antonello Garau, sindaco di Villaurbana: ha mantenuto la promessa di costruire una piscina nel parco giochi comunale

 VILLAURBANA. La promessa fatta in campagna elettorale è stata mantenuta ad appena quattro mesi dall'insediamento come sindaco. Villaurbana, provincia di Oristano, 1700 abitanti: Antonello Garau durante la campagna elettorale, tra le altre cose, si era impegnato con la sua lista civica a realizzare in paese una piscina per i bambini all'interno del parco giochi comunale. Una settimana fa presenta in Consiglio una delibera in cui annuncia di rinunciare per l'intera durata del mandato elettorale alle indennità spettanti in qualità di sindaco (76mila euro per il quinquennio) per destinarle alla costruzione della piscina promessa.  L'intera giunta comunale - Marco Paulesu, Remo Pinna, Gianni Lai, Paolo Pireddu - si unisce all'iniziativa. I consiglieri di maggioranza (Alessandra Casta, Alessandro Serra, Dino Meloni, Maddalena Atzori) seguono a ruota, devolvendo il gettone di presenza per tutta la durata della legislatura.  La delibera viene pubblicata su Facebook nel profilo istituzionale del Comune, «in poche ore abbiamo ricevuto oltre cento contatti - dichiara sorpreso il sindaco Garau -, commenti entusiasti da tutta Italia, un successo senza precedenti che continua ad impazzare nel web. Qualcuno, con un po' di sarcasmo, ha chiesto "ma da quale pianeta arrivate... ma siete davvero italiani?"».  La piscina di 140 metri quadrati, progetto e realizzazione di un'azienda sarda, richiede un impegno di spesa intorno a centomila euro: «Lavori già avviati - dice il sindaco -, se tutto va bene la inauguriamo a giugno 2012».  Sembrava lo slogan a effetto nato dall'esperienza di un politico di razza che le sa tutte. E invece no: in un piccolo centro dell'Oristanese c'è chi promette e mantiene. Il sindaco Garau, 58 anni, promotore finanziario a Oristano, dichiara: «Chi si occupa di politica deve pensare agli altri. La politica è passione, non interesse, assistiamo ogni giorno a cosa non si dovrebbe fare, a come non ci si dovrebbe comportare, tranne in rare eccezioni».  Il sindaco di Villaurbana conduce da anni una battaglia per la moralizzazione della politica, convinto che «se si vuole offrire alle nuove generazioni un futuro migliore, è necessario che adesso ci si privi di qualcosa. Lo faccio soprattutto perché qualcuno possa arrossire dalla vergogna - prosegue - perché i politici che guadagnano cifre da capogiro e in più hanno un mare di benefit alla fine operano quasi sempre per il tornaconto personale.  «Certezze non possiamo darne ai nostri figli e nipoti - conclude Garau -, ma speranze sì. I più forti si sanno difendere, i più deboli non hanno nessuno che li aiuta. Su di noi conta molta gente, non possiamo tirarci indietro».
WsStaticBoxes WsStaticBoxes