La Nuova Sardegna

LIBRO PER LIBRO

Un gesuita sardo nelle Filippine Lina Aresu, studiosa ogliastrina trapiantata in Liguria, è già autrice di saggi al confine tra storia, letteratura e antropologia. In questo nuovo libro riferisce la...

26 maggio 2014
1 MINUTI DI LETTURA





Un gesuita sardo

nelle Filippine

Lina Aresu, studiosa ogliastrina trapiantata in Liguria, è già autrice di saggi al confine tra storia, letteratura e antropologia. In questo nuovo libro riferisce la vicenda tragica di un gesuita missionario del Seicento che porta il suo stesso cognome, Giovan Domenico Aresu. Nato nel 1605, fu ucciso nelle Filippine nel 1645, da un uomo che voleva impedire che alla madre, convertita al Cristianesimo, venisse somministrata l’estrema unzione. Si configura così una forma di “amok”, uno stato di frenesia violenta riscontrata dagli studiosi in Malesia. Nella prefazione Paolo Pulina scrive che l’autrice «si muove con sicurezza e competenza» in «questo spazio antropologico-culturale».

In Primo Piano
L’approfondimento

La trincea dei sindaci contro lo spopolamento, Nughedu San Nicolò lotta per non scomparire

di Paolo Ardovino
Le nostre iniziative