La Nuova Sardegna

Parte oggi il “Nurarcheofestival” Venti spettacoli nei siti storici

Parte oggi il “Nurarcheofestival” Venti spettacoli nei siti storici

TALANA. Oggi le domus de janas di Sillaccacaro in territorio di Talana, tra dieci giorni l’area di Tamuli nel Marghine. E, ancora il tempio di Antas al centro di una valle incontaminata a...

31 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





TALANA. Oggi le domus de janas di Sillaccacaro in territorio di Talana, tra dieci giorni l’area di Tamuli nel Marghine. E, ancora il tempio di Antas al centro di una valle incontaminata a Fluminimaggiore, la tomba dei Giganti di Villagrande Strisaili, il nuraghe Sirbissi di Osini. Questi e altri i siti di interesse archeologico e storico individuate come location per la sesta edizione del Nurarcheofestival curato dal Crogiuolo che dalla Ogliastra si estenderà a macchia d’olio fino al 14 settembre anche nel Marghine e nel nuorese fino a toccare l’Iglesiente. La formula è quella di sempre: unire la visita guidata ai siti, molti dei quali ancora in grande parte sconosciuti, a turisti e locali, abbinando uno spettacolo di teatro, musica o danza. Il Crogiuolo prosegue ed estende in questo senso la collaborazione con le cooperative che gestiscono i siti, segnalando con i suoi interventi quelli ancora da tutelare e promuovere all’attenzione di comunità e amministrazioni.

E’ il caso questo ad esempio proprio delle domus de janas di Sillaccacaro che apre oggi alle ore 18 il programma con “Maschinganna” di Rita Atzeri. In scena, la partecipazione straordinaria del mago Alfredo Barrago, Pier Paolo Frigau, Vanessa Podda, Marcello Armellino. E poi trampolieri, suonatori di fisarmonica e il mangiafuoco.

«Silenzio e condivisione, queste sono le parole chiave per godere di questi luoghi meravigliosi e antichi– ha spiegato Rita Atzeri del Crogiuolo – spettacoli per piccoli gruppi di persone che potranno godere di situazioni uniche sul piano spettacolare».

Tutto questo avverrà in ventidue appuntamenti (calendario completo su www.ilcrogiuolo.it),di un cartellone che oltre agli spettacoli dello stesso Crogiuolo si nutrirà anche delle ospitalita della Fabbrica Illuminata, Bocheteatro, il teatro del Sale, della Chimera e figli d’arte Medas. Oltre agli spettacoli anche un laboratorio (dal 1 al 7 settembre a Talana) e una minirassegna per “gli antichi vicinati” che non riescono a lasciare il centro abitato per raggiungere le aree archeologiche. 10 agosto imperdibile appuntamento a Tamuli per “Nela notte di San Lorenzo” dove oltre a “Suono di pietra”, recital di poesie di Mario Faticoni, si esibiranno anche i Mamutzones di Samugheoe i tumbarinos di Gavoi. Stesso giorno ad Antas “Interrogatorio a Maria” di Testori , regia di Marco PArodi a cura della Fabbrica Illuminata. Il 16 alle domnus de janas di Villaperuccio, “Lasciami cantare una canzone” di e con Mario Faticoni; il 23 alla tomba dei gicganti di Lanusei “Ferro e cuore”con Camnilla Soru, il 24 a Sa Carceredda “Bachisio Spano” di Bocheteatro. (walter porcedda)

Elezioni regionali 2024

Video

Il ministro Antonio Tajani a Olbia: «Gallura roccaforte azzurra, esportiamo il modello in Italia»

Le nostre iniziative