La Nuova Sardegna

orgosolo

Zucchero, a sorpresa nella sfilata

di Mattia Sanna
 Zucchero, a sorpresa nella sfilata

La popstar in visita ai festeggiamenti in onore dell’Assunta

18 agosto 2014
3 MINUTI DI LETTURA





ORGOSOLO. La magia che avvolge Orgosolo conquista anche Zucchero. Visita inaspettata, durante i festeggiamenti di due giorni fa, in onore dell'Assunta della celebre popstar emiliana, uno dei maggiori esponenti del blues europeo.

Confuso tra la folla che partecipava alla sfilata, dedicata a Nostra Sennora de Mesaustu, spunta infatti anche il celebre cantante e autore di album leggendari come di tanti successi internazionali. Forse rapiti dai variopinti costumi e incantati dagli imponenti cavalli, i visitatori e gli abitanti del borgo, non hanno riconosciuto da subito la star musicale reggiana.

Alcuni, d'altra parte, avranno pensato a un sosia. A un artista, Elio Setzu, originario dello stesso paese dei murales, che collabora da anni con Zucchero e può vantare una notevole somiglianza. Eppure, guardandolo bene ci si é resi conto che si trattava proprio di lui. Quindi, vinta ogni titubanza, alcuni fans lo hanno fermato e tolto ogni dubbio, hanno voluto fissare quella circostanza così imprevedibile, scattandosi con l'autore di numerosi successi della canzone italiana qualche selfie.

E facendosi lasciare anche numerose dediche e autografi. Chi lo ha incontrato racconta che Adelmo Fornaciari era accompagnato da una coppia di “istranzos”. E si é fermato perfino in un negozio di prodotti tipici, situato alla fine del centralissimo corso Repubblica, per acquistare cibi e pietanze tradizionali della zona. La notizia della sua presenza si é diffusa in pochi attimi e un nutrito gruppetto ha aspettato fuori dall'attività, per poter salutare il cantante. Fornaciari non si é certo tirato indietro. Tuttavia, quando ha avuto l'impressione che il passaparola avesse raggiunto troppe persone, ha preferito far perdere le proprie tracce. Chissà, dunque, cosa avrà spinto una delle voci più celebri del Bel Paese a recarsi a Orgosolo. Alla ricerca di chi o di che cosa. Una specie di mistero ruota attorno a questa tappa in Barbagia. E nel centro del Nuorese, ieri, non si é parlato di altro. Chissà se é stata la leggenda dei banditi o la magia del Supramonte. Chissà se sono state quelle pitture murarie, famose in tutto il mondo o la cultura e i riti dell'ospitalità orgolese a fare da richiamo. Per ora, possono farsi solamente supposizioni. In attesa che sia lo stesso Zucchero a svelare questa sorta di enigma. Appagando così la curiosità di quanti si attendono una soluzione al giallo di fine estate. Magari arricchito da note romanzate, particolari e colpi di scena. Si spera, dunque, che presto o tardi qualche rivista, specializzata in gossip, dedichi a questa gita fuori porta anche un piccolo servizietto.

Raccontando al lettore qualcosa di curioso e sorprendente. Magari, poi, il cantante deciderà di tornare nell'entroterra sardo, in qualche altra occasione. Sfuggendo, però, all'anonimato e alla confusione di una ricorrenza dai grandi numeri. O partecipando a qualche appuntamento pubblico e intrattenendosi con la gente del posto. Magari. Perché, per ora, possono farsi solo supposizioni.

Elezioni regionali 2024
Elezioni regionali

Voto disgiunto, i dati della vendetta consumata da Lega e sardisti

di Andrea Massidda
Le nostre iniziative