Alghero, le prime nuove rotte

Volotea collegherà il “Riviera del corallo” con Genova, Verona e Venezia

ALGHERO. Una boccata d’ossigeno per l’aeroporto della Riviera del corallo e una possibiltà in più, in arrivo e in partenza.

Volotea, infatti, riprenderà i collegamenti da Alghero con il Veneto e con la Liguria. Le nuove rotte saranno operative molto presto. La compagnia aerea spagnola a basso costo, ha la sede legale a Barcellona ed è stata creata da Carlos Muñoz e Lázaro Rosdal, inizierà a volare sulle nuove rotte dal 27 maggio. I jet iberici della compagnia che collega aeroporti di medie e piccole dimensioni in tutta Europa decolleranno per Genova e Verona proprio il 27 maggio, mentre il giorno dopo ripartirà gli aerei Volotea voleranno su Venezia.

«Anche quest’anno offriamo ai passeggeri sardi un’alternativa a basso costo per tre delle più importanti città della penisola – spiega Valeria Rebasti, commercial country manager della sezione italiana di Volotea. Così ci auguriamo di supportare anche l’afflusso di turisti verso Alghero, un vero gioiello tra spiagge paradisiache, mare cristallino e ottimo cibo». Volotea ha di recente inaugurato la nuova base di Genova, quarta in Italia e nona in Europa. «Siamo molto soddisfatti della partnership con Volotea – dice Mario Peralda, direttore generale Sogeaal –. Si tratta di voli che offrono l’opportunità, in uscita, di raggiungere tre città di alto interesse turistico e commerciale e al contempo supportano i flussi turistici in ingresso rafforzando l’offerta del nostro network in costruzione».

La notizia dei nuovi collegamenti offre anche un nuovo punto di vista agli addetti dello scalo aeroportuale che hanno assitito a un’inverno appena trascorso che ha lasciato il segno, nonostante il periodo di Pasqua prima e quello del Giro d’Italia poi abbiamo ridato fiato a un territorio in difficoltà. Una difficoltà diventata evidente quando si era sparsa la voce dei 45 licenziamenti del personale addetto alla security nonostante la Sogeaal avesse assicurato che nessuno avrebbe perso il posto. La società, infatti, aveva sottolineato che i 45 dipendenti licenziati sarebbero stati riassunti da chi avrebbe vinto l’appalto.

Dopo la paura, dunque, una buona notizia per un’aeroporto che non vede l’ora di ritoranare al centro dell’attenzione anche per le sue peculiarità oltre che per le difficoltà che ha attraversato negli ultimi tempi, da quando l’addio della compagnia Ryanair aveva spaventato tutti. Adesso tocca a Volotea provare le nuove rotte verso Genova, Verona e Venezia.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes