Ecco la start-up per affitti brevi

Si chiama “Strangiu” ed è nata dall’idea di due giovani cagliaritani

CAGLIARI. Si chiama Strangiu (straniero, in sardo) la start-up fondata da due giovani cagliaritani per offrire consulenza e supporto a chi vuole affittare la propria casa per brevi periodi. Si va dalla consulenza per svolgere le pratiche burocratiche al restyling dell’appartamento. E poi: gestione di check-in e prenotazioni, analisi per massimizzare i profitti, preparazione di un vero e proprio servizio fotografico, manutenzione della casa. La piattaforma creata da Luca Murtas e Gabriele Gasparini, per ora opera solo sulla città di Cagliari, ma l’obiettivo è quello di estenderla a tutta l’isola. D’altronde il turismo, soprattutto negli ultimi anni, sta andando a gonfie vele in Sardegna. «Decidere di affittare il proprio appartamento per periodi brevi a scopi turistici – spiegano i fondatori di Strangiu – permette di ottenere un introito in più a fine mese. L’affitto breve inoltre ha diversi aspetti positivi rispetto a quello tradizionale: si ottiene un maggior reddito e il pagamento è anticipato». Senza contare che il turista occupa l’appartamento per pochi giorni l’anno. «In questo modo è possibile mantenere la casa sempre in ottimo stato».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes