regione

«Niente lingua sarda a scuola la legge regionale è inattuata»

CAGLIARI. «Lingua sarda e identità culturale dei sardi, tanto lodate e celebrate dal presidente Solinas nelle sue dichiarazioni programmatiche, sono cadute nel dimenticatoio». Lo afferma la...


23 febbraio 2020


CAGLIARI. «Lingua sarda e identità culturale dei sardi, tanto lodate e celebrate dal presidente Solinas nelle sue dichiarazioni programmatiche, sono cadute nel dimenticatoio». Lo afferma la capogruppo del M5S Desirè Manca, prima firmataria di una mozione (sottoscritta dai colleghi del movimento Li Gioi, Solinas, Ciusa, e dai consiglieri di minoranza) che impegna la giunta e l'assessore all'istruzione Andrea Biancareddu, a dare piena attuazione alla legge regionale 22 del 2018 e a presentare quanto prima al Consiglio la prevista relazione sullo stato di attuazione delle norme. «A quasi due anni dalla sua entrata in vigore la Giunta non ha ancora attuato la legge regionale sulla Disciplina della politica linguistica, disattendendo le aspettative di chi credeva che finalmente la lingua sarda e catalana avrebbero ottenuto la tanto attesa dignità nelle scuole e negli uffici pubblici e che sarebbero stati attuati gli interventi di promozione del sassarese, gallurese e tabarchino». «A oggi – dice la capogruppo dei pentastellati – la legge regionale risulta quasi completamente inattuata: non risultano attuati né il nuovo sistema di programmazione previsto e nemmeno la rete degli sportelli linguistici».

Sae Sardegna SpA – sede legale Zona industriale Predda Niedda strada 31 , 07100 Sassari, - Capitale sociale Euro 6.000.000 – R.E.A. SS – 213461 – Registro Imprese di Sassari 02328540683 – CF e Partita IVA 02328540683


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.