Fase 3, per chi viene in Sardegna la registrazione è ancora obbligatoria

La rilevazione della temperatura in aeroporto

La disposizione è prorogata fino al 31 luglio. Riprendono traffico merci e passeggeri sulla tratta Santa Teresa Gallura-Bonifacio

CAGLIARI. Rimane l'obbligo di registrazione per chi arriva in Sardegna in aereo o traghetto. Secondo l'ordinanza 35 adottata dal presidente della Giunta Christian Solinas i collegamenti aerei e marittimi da e per l'Isola già consentiti sono prorogati al 31 luglio 2020. Tutte le persone che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sardegna sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco utilizzando l'apposito modello da compilare e inviare esclusivamente per via telematica nell'ambito dei procedimenti digitali dello sportello unico dei servizi della Regione Autonoma della Sardegna, in conformità a quanto indicato nella sezione «Nuovo Coronavirus» della home page del sito istituzionale (www.regione.sardegna.it) o mediante l'applicazione «Sardegna Sicura», scaricabile dagli app-store per sistemi operativi iOS e Android.

Ciascun passeggero dovrà presentare la ricevuta di avvenuta registrazione con la carta d'imbarco e un documento d'identità. Resta poi l'obbligo di sottoporsi alla misurazione della temperatura corporea. Con la stessa ordinanza è consentita la ripresa del traffico merci e il traffico passeggeri sulla rotta Santa Teresa di Gallura - Bonifacio. (Ansa).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes