Scuole, in Sardegna si riparte con 5mila studenti in meno

Anche gli organici del personale sono sguarniti e i docenti non bastano

SASSARI. Oggi 22 settembre è la data ufficiale della riapertura per i 2100 istituti scolastici regionali, ma per quelli che hanno ospitato i seggi elettorali slitterà di almeno un giorno. E in alcune realtà – il caso più eclatante è quello di Olbia – la ripartenza post lockdown è rimandata alla prossima settimana. Il motivo: casi di positività tra docenti e scolari, emersi durante l’imponente attività di screening portata avanti dalle amministrazioni comunali. A proposito di test sierologici, nonostante il grande impegno, anche finanziario, da parte degli amministratori, è molto bassa la percentuale di insegnanti che hanno eseguito l’esame: sono stati tanti i medici di base che non hanno ritirato i kit nelle sedi della Assl.  E non è l’unico problema che affligge la scuola dell’isola: all’appello mancheranno molti docenti. Ma il dato rilevante che tutta la situazione Covid ha fatto passare in secondo piano è il calo delle iscrizioni, con quasi 5mila studenti in meno rispetto a un anno fa.

Il servizio completo sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes