Covid, i governatori della Lega: "Cambiare le procedure dei colori delle Regioni"

Solinas con il governatore veneto Zaia

Coro unanime di Solinas insieme agli altri presidenti del Carroccio per spingere a una revisione del sistema il governo nazionale

ROMA. I governatori della Lega rinnovano «la richiesta di una revisione immediata delle procedure» per determinare il colore delle Regione in modo da «affrontare con serenità maggiore una grave situazione». «Il governo non può ad ogni problema esimersi da responsabilità e incolpare le regioni» sottolineano Massimiliano Fedriga (Friuli Venezia Giulia), Attilio Fontana (Lombardia), Chtistian Solinas ( Sardegna), Nino Spirli (Calabria), Donatella Tesei (Umbria) e Luca Zaia (Veneto).

Per quanto riguarda l'isola, l'Agenas (agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali)  rileva come ci sia stato un crollo dei posti occupati da pazienti Covid nelle terapie Intensive della Sardegna. Nel secondo giorno in fascia arancione e con l'attivazione di 30 nuovi posti letto in area critica a Sassari, l'agenzia sottolinea che la percentuale di positivi nelle Intensive dell'Isola arriva al 24%. Ieri era scesa dal 30% - soglia limite stabilita dal Governo - al 25%, con un 11.5 casi in area critica per 100 mila abitanti. Sotto soglia anche il numero di pazienti Covid in Medicina e altri reparti non critici: 28% con 101.7 posti occupati per 100mila abitanti.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes