Il “Codice Rosso” comincia a funzionare

É passato oltre un anno e mezzo dall’entra in vigore del “Codice Rosso”, la cosiddetta legge che ha introdotto nuovi reati e ha perfezionato i meccanismi di tutela delle vittime di violenza domestica...

É passato oltre un anno e mezzo dall’entra in vigore del “Codice Rosso”, la cosiddetta legge che ha introdotto nuovi reati e ha perfezionato i meccanismi di tutela delle vittime di violenza domestica e di genere.

Dalle analisi è emerso che la legge (la numero 69 del 9 agosto 2019) ha inciso, in primo luogo in ambito procedurale. In particolare con l’adozione di eventuali provvedimenti di protezione delle vittime, oltre ad avere dato una forte accelerazione (entro tre giorni dall’iscrizione della notizia di reato) dell’attività info-investigativa della parte offesa o di chi ha denunciato i fatti (come è avvenuto proprio nel caso dell’ultimo episodio di Alghero). L’altro aspetto riguarda il riferimento al Codice penale con l’inasprimento di alcuni delitti, la rimodulazione di aggravanti e l’introduzione di nuove fattispecie di reato.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes