Antitrust, multa di 1 milione a Grimaldi a causa di parziali risarcimenti sui ritardi

Un traghetto della Grimaldi

Il vettore che copre le rotte con Sardegna e Sicilia è subissato dai reclami dei passeggeri per mancata osservanza degli orari

ROMA. L'Antitrust ha comminato una multa da 1 milione di euro a Grimaldi per non aver adeguatamente compensato i propri clienti per i disagi provocati dai ritardi delle sue navi.

In base a segnalazioni di consumatori trasmesse dall'Autorità di Regolazione dei Trasporti, si legge nell'ultimo bollettino dell'Autorità garante della concorrenza e del mercato, è emerso infatti che Grimaldi, nonostante l'esplicita richiesta di risarcimento in denaro da parte dei passeggeri a causa dei ritardi subiti, riconosce un bonus da utilizzare per una successiva partenza salvo reiterate istanze o a seguito dell'intervento di un legale.

Inoltre il risarcimento non viene calcolato come quota del prezzo dell'intero biglietto ma parametra la compensazione al mero servizio passeggeri con esclusione della componente relativa al trasporto auto e ad altre componenti accessorie.

Grimaldi Group esercita l'attività di vettore marittimo per il trasporto via mare di passeggeri, veicoli e merci sulle principali rotte nazionali, quali, ad esempio, i collegamenti con la Sicilia e/o la Sardegna, in proprio o tramite le proprie controllate.

Secondo l'Antitrust, il gruppo registra un elevato numero di ritardi, come dimostra il gran numero di reclami che la società ha ricevuto. «In effetti, dai tabulati interni della società emerge che, su circa 2 milioni di passeggeri viaggianti in media l'anno, più del 50% dei reclami ha come causale il ritardo» si legge. (ANSA).

WsStaticBoxes WsStaticBoxes