La Nuova del 23 febbraio: Covid, numeri incoraggianti e incognita vaccini

SASSARI. Sulla Nuova Sardegna del 23 febbraio spazio al Covid e a nuovi numeri sui contagi che inducono a un sempre maggiore ottimismo, con l'incognita però della campagna vaccinale. Ma dopo un anno dall'arrivo nel nostro paese del virus, la vita è cambiata parecchio per tutti, come pure anche il nostro vocabolario, impregnato di nomi, sigle e termini anche anglosassoni sconosciuti precedentemente.

C'è spazio, sulle pagine del giornale, per il tema della peste suina, con la decisione del'Unione europea di mantenere l'embargo e con le polemiche in Regione per le dimissioni dei vertici dell'Unità operativa per l'eradicazione di questo flagello.

Per gli spettacolo, intervista all'attore sardo Jacopo Cullin, protagonista accanto a Luisa Ranieri della serie tv che ha esordito domenica in prima serata su Rai1, dal titolo "Le indagini di Lolita Lobosco". Il programma ha registrato subito un boom di ascolti.

Per lo sport, approfondimento sul Cagliari che ha cambiato l'allenatore: via Eusebio Di Francesco, ecco Leonardo Semplici a cui è stato affidato il difficile compito di risollevare la squadra dalla palude della zona retrocessione in cui è invischiata.

 

WsStaticBoxes WsStaticBoxes