Vaccini, la Sardegna è lontana dai 17mila al giorno: 6mila dosi nelle ultime 24 ore

Settimo Nizzi mentre somministra un vaccino

Primo ciclo al 12 per cento della popolazione, richiami al 4,5 per cento

CAGLIARI. Dopo il quasi stop di Pasqua, con sole 39 somministrazioni, risalgono i numeri delle vaccinazioni in Sardegna ma le dosi inoculate nelle ultime 24 ore si fermano a 6.691 (4.718 primo ciclo e 1.973 richiami), ben lontano dalle oltre 8mila raggiunte nei primi due giorni di aprile e dal target delle 17mila al giorno fissate per fine mese dal commissario nazionale per l'emergenza, il generale Francesco Paolo Figliuolo, nella sua recente visita a Cagliari. Ad oggi nell'Isola è stato somministrato il 74,9% delle dosi, cioè 270.990 (prima dose 197.748 e seconda dose 73.242) su 361.870 fiale consegnate. In pratica almeno una dose è stata inoculata al 12,1% della popolazione sarda, mentre ha completato l'intero ciclo solo il 4,5% (16,62% il dato complessivo). Nella giornata di ieri ad essere vaccinata è stata soprattutto la categoria «altro» con 3.152 dosi, seguita da 2.151 over 80. Gli ultraottantenni in Sardegna sono 115mila, dei quali per ora - secondo il report del Governo - sono stati vaccinati con almeno una dose in 78.255. Coloro che rientrano nella fascia di età 70-79 anni sono, invece, 161.146 e di questi 18.703 hanno ricevuto almeno la prima dose. Vaccinato infine circa la metà del personale scolastico tra personale docente e non docente, 20.838 dosi su 44.105 persone, forze armate e di polizia, 7.877 inoculazioni su 14.892 aventi diritto. (ANSA)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes