Orani, il Pergola village di Costantino Nivola ora non è più un sogno

Via libera del consiglio comunale al piano visionario dall’artista per il suo borgo. A firmare il progetto è l’archistar Boeri: l’opera finanziata con 700mila euro

ORANI. Si va definendo con l'importante approvazione del progetto preliminare in consiglio comunale, il “Pergola Village”, dalla visione di Costantino Nivola, e la firma di Stefano Boeri, che rappresenta un unicum nel panorama urbanistico sardo. Il passaggio obbligatorio nella assemblea comunale rappresenta il pieno accoglimento da parte della popolazione del sogno di Titinu, che non inseguiva solo l'estetica e l'equilibrio armonico legato agli elementi visivi del suo pensare Orani, ma soprattutto aveva volontà di curare e sostenere quella vita sociale che permea ancora i piccoli borghi. Così presto sarà possibile passeggiare per le vie del paese sotto gli intrecci della vite, e seduti sulle panche, ritrovarsi come un tempo fuori dall'uscio di casa ad essere comunità. La calce bianca che illumina le facciate, il colore blu oltremare ininterrotto degli zoccoli delle case, le piante di vite sono quindi la firma postuma di Nivola su buona parte delle vie del centro. «Cento facciate su diverse zone del centro sono state interessate dagli interventi previsti dall'amministrazione comunale a partire dal 2019 – spiega il primo cittadino Antonio Fadda – grazie a fondi regionali e di bilancio comunale, ma ora è necessario rendere organico il tutto e "ricucirlo" per ottenerne un insieme definito».

È qua che interviene il progetto realizzato dallo studio Stefano Boeri Architetti con lo studio Qarchitettura e la direzione scientifica del Museo Nivola, finanziato all'interno del Piano per il rilancio del Nuorese per un importo complessivo di 700mila euro. «Con l'approvazione dello studio di fattibilità, il progetto di Orani Pergola Village fa un primo passo concreto verso la realizzazione del sogno di Costantino Nivola – spiega l'archistar –. L'artista di origini sarde aveva intuito con grande anticipo sui tempi come la natura vivente, in questo caso specifico il pergolato, potesse diventare un elemento di connessione tra le case, le persone e gli spazi pubblici e privati del paese. Il coordinamento congiunto del Comune di Orani e della Fondazione Nivola ha portato all'approvazione del progetto che procederà per fasi, a partire dal primo prototipo realizzato in piazza Santa Croce, nell'ambito della manifestazione ArtiJanus/ArtiJanas promossa dalla Fondazione di Sardegna con la partecipazione della cittadinanza e dei partner tecnici come Caparol e di Sgaravatti group».

Si interverrà quindi sulle pavimentazioni di strade e piazze individuate nel progetto preliminare e sul contestuale inserimento dei pergolati e la messa a dimora di vitigni e altre specie, selezionate attraverso uno studio botanico e agronomico. Questi elementi fortemente caratterizzanti completeranno quindi il sogno di Costantino Nivola e daranno a Orani una forte impronta estetica, sociale e storica.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes