La vignetta di Gef: la zona gialla incombe, terapie intensive sotto pressione

SASSARI. Il numero dei contagi cala, ma le terapie intensive restano in affanno. Perché se sulla carta l’occupazione dei posti letto è appena sopra la soglia del 10 per cento - intorno al 14 - in realtà la situazione è molto più critica di quanto appare. Da Cagliari a Sassari, i sanitari vivono con l’incubo che aumenti la pressione sugli ospedali, perché reparti non ancora operativi e carenza di organico rischiano di trasformare le difficoltà in collasso. Prendiamo l’esempio di Sassari, dove sulla carta le terapie intensive della Aou hanno 40 posti letto. Ma in realtà in questo momento possono usufruirne di appena 17. E di questi 9 sono occupati, dunque più della metà. Sassari ha 8 posti letto nella palazzina di Malattie infettive, che in questo momento ospitano 5 pazienti intubati, e altri 9 posti nella terapia intensiva di tipo ordinaria, che ha attualmente 4 ricoverati.

Il servizio completo di Alessandro Pirina sul giornale in edicola e nella versione digitale

WsStaticBoxes WsStaticBoxes