La Nuova Sardegna

Trasporti

Aeroporti, la Regione si astiene anche sul bilancio della Sogaer

Aeroporti, la Regione si astiene anche sul bilancio della Sogaer

È già accaduto con Sogeaal e Geasar. Marino Piga sarà il nuovo Ad

09 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Un’assemblea dopo l’altra, senza mai cambiare idea. Così com’era accaduto alla Sogeaal di Alghero e alla Geasar-Olbia, anche per la Sogaer di Cagliari la Regione, insieme alla Sfirs, seppure in minoranza, s’è astenuta sul via libera al bilancio 2022 della società di gestione. Come nei casi precedenti, anche stavolta è rimasta sulle sue non tanto per l’andamento dei conti, tra l’altro tutti e tre i bilanci si sono chiusi con un utile, ma per la contrarietà, oramai palese, della Regione alla fusione fra gli aeroporti del Nord Sardegna, già deciso da chi detiene la maggioranza delle azioni, il Fondo d’investimento privato F2i, e di conseguenza anche al possibile ingresso dello scalo cagliaritano nella stessa cordata.

Il voto È stata un’astensione politica, quella della Regione, e infatti alla fine il suo voto non ha influito sull’esito finale. Chiuso con 15,3 milioni, il bilancio 2022 della Sogaer è stato approvato da oltre il 95 per cento dei soci e soprattutto dalla Camera di commercio di Cagliari e Oristano, che ha la maggioranza, mentre ad astenersi, oltre all’accoppiata Regione-Sfirs, è stata anche la Confcommercio Sud Sardegna, a sua volta contraria alla trattativa fra Sogaer e F2i sull’ingresso dei privati nell’aeroporto di Cagliari. In sostanza, s’è ripetuto quant’era accaduto nelle altre due assemblee, visto che comunque i conti della Sogeaal (5 milioni di utile) e della Geasar (34 milioni) sono stati licenziati comunque dalla maggioranza dei soci, con in testa sempre F2i.

Nuovo Cda La vera sorpresa non è tanto la conferma di Monica Pilloni alla presidenza della Sogaer neanche la nomina di Marino Piga ad amministratore delegato, dopo Renato Branca, quanto il nome indicato dalla Regione per far parte del vertice societario. È quello di Gabriella Massidda, ora segretario generale della Regione, ma soprattutto fra i massimi esperti di continuità territoriale, essendo stata per anni direttore generale dell’assessorato ai trasporti. È, dunque, un nome pesante e potrebbe voler dire che la Regione finirà per vigilare con molta attenzione sulla scelta della Soager, sottolineata tra l’altro nell’ultima relazione al bilancio, di trattare in esclusiva col Fondo F2i la cessione delle azioni senza passare attraverso una gara pubblica. È proprio quell’operazione su cui l’assessore regionale ai trasporti, Antonio Moro, ha già contestato fino a bocciarla, alla pari delle contestazioni sulla fusione fra Sogeaal e Geasar nella nascente Nord Aeroporti Sardegna, presieduta da Roberto Barbieri.

Ricapitalizzazione Nel comunicato ufficiale, la Sogaer ha scritto anche: «L’aeroporto di Cagliari si appresta a nuovi e importanti investimenti, per migliorare l’efficienza dello scalo, conseguenti all’auspicabile aumento del traffico passeggeri, da cui deriverà per i soci l’obbligo normativo di una significativa ricapitalizzazione». È proprio su questo auspicato aumento di capitale, per ora solo accennato, che fra non molto potrebbe aprirsi un altro fronte nello scontro ormai in campo aperto fra Regione, F2i e Sogaer, che tra l’altro sono tutte e tre in attesa del nuovo parere dell’Enac sulla fusione Alghero-Olbia. (ua)

In Primo Piano
Tragedia nella notte

Investe un gregge, scende dall’auto e viene travolto da un’auto pirata: muore un 62enne

Le nostre iniziative