La Nuova Sardegna

Trasporti

Aeroporti di Olbia e Alghero: fusione chiusa entro maggio

Aeroporti di Olbia e Alghero: fusione chiusa entro maggio

L’annuncio dell’assessore Moro al convegno svoltosi nella città catalana

14 maggio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Alghero La notizia l’ha data l’assessore regionale ai trasporti, Antonio Moro: «L’assemblea straordinaria dei soci di Geasar e Sogeaal si riunirà il 29 maggio per definire la fusione». Dunque, Nord Sardegna Aeroporti spa-nsa, il risultato della fusione delle due società di gestione degli scali di Olbia e Alghero deliberata il 20 e 21 marzo scorso, ha una data di nascita. L’assessore Moro ha parlato degli aeroporti dell’isola durante il convegno/dibattito organizzato dal Psd’az nella nella sala del Chiostro di San Francesco e ha anche aggiunto che la Regione non è disposta a cedere le quote della società di gestione dell’aeroporto di Alghero, che considera strategiche come strategica, sempre per la Regione, è la partecipazione pubblica alle gestioni degli scali sardi.

Una convinzione che ha frenato i movimenti che iniziavano a coinvolgere anche l’aeroporto di Cagliari, probabile new entry nello scacchiere disegnato da F2i Ligantia spa, società gestita da F2i Sgr, che deterrà la maggioranza del capitale dei due aeroporti del nord della Sardegna e che potrebbe aggiungere anche lo scalo del sud dell’isola. Una possibilità che ha fatto insorgere la Regione che, dopo quello che sembrava un tacito assenso alla manovra, ha ribaltato le carte in tavola ponendo, di fatto, un veto politico alla possibile fusione.

Una convinzione confermata anche durante il dibattito di ieri a cui hanno partecipato, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale Michele Pais, il sindaco di Alghero Mario Conoci ma anche il presidente della Provincia di Sassari, Pietrino Fois, e il capogruppo del Partito democratico, Gianfranco Ganau e il presidente della Commissione speciale per l’Insularità, Michele Cossa. Tra favorevoli e contrari, intanto, nei giorni scorsi è andato in scena una prova tecnica di collaborazione tra gli scali di Cagliari e Olbia, riuscendo ad evitare la fuga della compagnia Flydubai che aveva individuato su Cagliari lo scalo da cui collegare direttamente gli Emirati Arabi all’isola, salvo poi cambiare idea a causa dello scarso volume di prenotazioni e dirottare il volo proprio su Olbia, dove decollerà e atterrerà a partire dal prossimo mese. ( c.z.)

In Primo Piano
La delibera

Allarme siccità, la Regione autorizza e finanzia nuovi pozzi e dissalatori

Le nostre iniziative