La Nuova Sardegna

Dopo le violenze

San Donato la prefetta alla dirigente Mercuri: «Non vi lasciamo soli» L’incontro ieri mattina. Lunedì vertice sicurezza

di Luca Fiori
San Donato la prefetta alla dirigente Mercuri: «Non vi lasciamo soli» L’incontro ieri mattina. Lunedì vertice sicurezza

28 ottobre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Sassari «Non vi lasceremo soli in questa battaglia e rafforzeremo la presenza delle forze dell’ordine nel quartiere, ma servirà anche quella della società civile e delle associazioni e il ruolo della scuola continuerà naturalmente ad essere fondamentale». È l’impegno preso ieri mattina dalla nuova prefetta di Sassari Grazia La Fauci nei confronti del rione di San Donato, dopo le tensioni e la fiaccolata per le vie del centro storico dei giorni scorsi. La rappresentante del Governo ha incontrato in Prefettura la dirigente dell’istituto comprensivo Patrizia Mercuri e la sua vicaria Maria Carmela Noce. «È stato un incontro – molto positivo e molto cordiale – racconta Patrizia Mercuri – da parte della prefetta abbiamo trovato tanta disponibilità e tanta competenza. Abbiamo cercato di illustrare la situazione – aggiunge la dirigente – spiegando come è cambiato il quartiere negli ultimi anni. La prefetta è stata molto colpita dalla massiccia adesione alla fiaccolata di martedì scorso – prosegue la dirigente – e ci ha assicurato che il problema del nostro quartiere le sta a cuore e l’attenzione resterà alta». I primi provvedimenti potrebbero arrivare già dalla prossima settimana. Per lunedì mattina è previsto infatti il vertice in Prefettura con i componenti del comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, del quale fanno parte il sindaco e i responsabili delle forze dell’ordine del territorio. Ma la prefetta è pronta a incontrare anche i cittadini. «Ci ha assicurato – spiega Patrizia Mercuri – che a breve parlerà anche con i componenti del Comitato del centro storico, l’associazione che ideato la fiaccolata per le viuzze e le piazze della città vecchia, per raccogliere anche da loro informazioni e proposte». Intanto nel quartiere inizia a respirarsi un’area nuova, una ventata di ottimismo dopo l’invasione pacifica di tanti cittadini di qualche giorno fa. Ieri mattina alcuni abitanti del rione, insieme agli agenti della polizia locale, guidati dall’assistente capo Roberto Demuro comandante della stazione mobile di piazza Castello, hanno ripulito - con il supporto di un operatore ecologico del Comune - un angolo adiacente alla scuola e sistemato delle piante per renderlo più accogliente. «Gli abitanti del quartiere si muovono – commenta la dirigente dell’istituto Patrizia Mercuri – a breve una bouganville sulla parete scoperta. Se tutti i cittadini facessero un pezzetto, come hanno fatto ieri gli abitanti di queste abitazioni che si affacciano qui davanti al nostro istituto – conclude Patrizia Mercuri – la strada per riportare la serenità nel nostro quartiere sarà meno in salita». © RIPRODUZIONE RISERVATA

In Primo Piano
Nel porto

Santa Teresa, nuovo stop per la Giraglia: raggiungere la Corsica è un’odissea

di Marco Bittau
Le nostre iniziative