La Nuova Sardegna

Clima

Aumento del livello del mare, le proiezioni sono sottostimate

Aumento del livello del mare, le proiezioni sono sottostimate

In alcune zone del Mediterraneo sta aumentando a una velocità quasi tripla rispetto alle zone stabili

08 gennaio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Roma Le proiezioni di aumento del livello del mare, pubblicate nel 2021 dall’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC) nel Report AR6, sarebbero sottostimate lungo le coste. È questo il risultato della ricerca “Sea level rise projections up to 2150 in the northern Mediterranean coasts”, pubblicata sulla rivista internazionale Environmental Research Letters da un team di ricercatori dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia e del Radboud Radio Lab del Dipartimento di Astrofisica dell’Università di Radboud (Olanda).

«La subsidenza, cioè il lento movimento verso il basso del suolo dovuto a cause naturali o antropiche, ha un ruolo cruciale nell’accelerare l’aumento del livello del mare lungo le coste, innescato dal riscaldamento a partire dal 1880», spiega Marco Anzidei, ricercatore dell’Ingv e co-autore dello studio.

«Le nostre analisi mostrano che, proprio a causa della subsidenza, in alcune zone del Mediterraneo il livello del mare sta aumentando a una velocità quasi tripla rispetto alle zone stabili», aggiunge Antonio Vecchio, ricercatore della Radboud universiteit Nijmegen e primo autore dello studio.

Elezioni regionali 2024
Il voto

Elezioni regionali, i dati sull’affluenza alle 19: 44,1 per cento

Le nostre iniziative