La Nuova Sardegna

L'analisi

L’isola delle tasse comunali: i più ricchi stanno sulla costa

di Salvatore Santoni
L’isola delle tasse comunali: i più ricchi stanno sulla costa

Il gettito del 2021 di Irpef, imposta di soggiorno e Imu tracciato dal Mef. Nella classifica degli incassi delle città in testa c’è Cagliari con 100 milioni

28 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Non ci crederete, ma il Comune sardo con la più alta percentuale di contribuenti Irpef è anche il più piccolo dell’isola: Baradili. Che, dato per estinto ogni anno che passa, ha battuto un colpo per ricordare a tutti che non soltanto resiste, ma lo fa anche nel modo giusto.

È soltanto uno dei dati del ministero delle Finanze, elaborati da Open Polis, che sono emersi dall’analisi dei bilanci consuntivi dei Comuni del 2021. Il paesino dell’Oristanese contava 83 residenti, di cui 68 con più di 16 anni, e 66 contribuenti. Significa che il 97% ha presentato dichiarazione dei redditi e ha versato l’addizionale comunale: quasi 16mila euro in tutto. Un’inezia rispetto al primo Comune per tasse riscosse pro capite: Golfo Aranci, 2.600 euro per ogni abitante.

La top 10 Nella classifica sul rapporto tra residenti e contribuenti, dopo Baradili ci sono Onanì (90,69%); Monteleone Rocca Doria (85,26); Aglientu (84,40); Allai (84,29); Sorradile (84,24); Villasimius (84,08); Siapiccia (83,33); Anela (82,45); Budoni (82,12). In coda alla classifica regionale ci sono 5 Comuni del Sud Sardegna. L’ultimo è Selegas col 61,82%, a seguire Gesico (62,57); Burcei (63,3); Goni (64,29); Silius (64,4). Per quanto riguarda la media regionale, invece, è fissata a poco più del 74%.

Le città I Comuni più popolosi sono fuori dalle prime dieci posizioni. Alghero ha un rapporto tra contribuenti e abitanti pari al 78,16% (29.694 contribuenti complessivi), Sassari, invece, è a quota 73,84% (81.415); Olbia al 78,41% (40.057); Cagliari al 76,74% (104.074); Nuoro al 76,88% (23.725); Oristano al 78,24% (21.567); Porto Torres al 72,24% (13.628); Ozieri al 75,14% (6.884).

Chi incassa di più Un altro dato relativo ai bilanci 2021 dei Comuni riguarda le entrate assolute e quelle pro capite relative a imposte, tasse e proventi assimilati. Tutti numeri che sono attinti dal Mef direttamente ai bilanci delle amministrazioni. Il primo dato che si può estrarre dalle tabelle riguarda il valore assoluto delle tasse riscosse dai Comuni. In cima alla top ten c’è Cagliari con oltre 105 milioni di euro. A seguire sul podio, con un ampio distacco, ci sono Sassari (55,4) e Olbia (47,3). E ancora, Alghero (30,2); Quartu Sant’Elena (27,8); Arzachena (22,3); Oristano (15,2); Nuoro (14,7); Iglesias (10,6); La Maddalena (10,1).

Pro capite I numeri più interessanti emergono dalla classifica delle riscossioni pro capite, cioè il totale delle tasse e delle imposte incassate dai Comuni rapportati al numero degli abitanti. In questo caso il re assoluto dell’isola è Golfo Aranci: nel 2021, per ogni abitante, l’amministrazione ha incassato 2.622 euro. Complessivamente si tratta di 6,2 milioni di euro. Un dato, quello delle entrate pro capite, che colloca la cittadina gallurese al 35esimo posto nazionale. Al secondo posto nell’isola c’è Stintino con 2.398 euro (3,6 milioni in totale); al terzo Monteleone Rocca Doria con 2.296 euro (quasi 255mila euro complessivi). A seguire Aglientu (1.992); Villasimius (1.972); Trinità d’Agultu e Vignola (1.791); Arzachena (1.676); Palau (1.659); Castiadas (1.619); San Teodoro (1.369). In sostanza, quindi, a parte Monteleone Rocca Doria, la top dieci è occupata da Comuni costieri la cui economia si basa molto sul turismo e tutto quello che ruota attorno all’accoglienza. Comunità che hanno poche migliaia di abitanti ma tante seconde case e strutture ricettive, che si traduce in introiti Imu elevati, e importanti flussi positivi per l’imposta di soggiorno.

Elezioni regionali 2024
Il voto nell’isola

Elezioni regionali: la proclamazione a marzo, la prima seduta del Consiglio all’inizio di aprile

Le nostre iniziative