La Nuova Sardegna

Elezioni regionali 2024
Con Paolo Truzzu

Giuseppe Talanas: «Aiuti alle imprese e assunzioni»

Giuseppe Talanas: «Aiuti alle imprese e assunzioni»

La fuga dei cervelli va fermata attraverso il potenziamento dei servizi primari per i cittadini

17 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Nuoro Quarantaquattro anni, avvocato, consigliere regionale uscente, presidente della quarta commissione Urbanistica, Lavori pubblici e Ambiente, ex consigliere comunale a Orune, il suo paese natale al quale è legatissimo e del quale la moglie Giovanna Porcu è attualmente sindaca. Giuseppe Talanas si ripresenta alle Regionali senza dimenticare le sue radici.

Cosa direbbe a un suo compaesano di Orune, fresco di studi, che vuole andare fuori per cercare lavoro e vivere? Perché dovrebbe rimanere?
«La qualità della vita nelle zone interne è eccellente. In avvenire, la creazione di nuove opportunità di lavoro o imprenditoriali saranno sempre più in sinergia con questo aspetto. Si creerebbero condizioni ottimali per vivere e per far crescere i figli, tutelando lavoro e famiglia insieme alla rinascita economica delle nostre comunità»

Cosa ha fatto finora la Regione per aiutare i piccoli paesi ? E cosa dovrebbe ancora fare?
«In questa legislatura abbiamo emanato importanti norme antispopolamento: il bonus bebè, aiuti alle piccole imprese e artigiani nonché per l'acquisto e ristrutturazione della prima casa nei paesi sotto i 3 mila abitanti. Mi sono adoperato a favore dei piccoli comuni, finanziando opere e servizi. Se sarò riconfermato uno dei miei obiettivi sarà quello di un nuovo piano di rinascita per le zone interne per migliorarne il tessuto socio-economico».

Su cosa punterebbe per arrestare lo spopolamento che affligge da tempo i paesi dell’isola?
Sulla creazione di nuove opportunità lavorative. La madre di tutti i progetti, attraverso i quali passa la rinascita dell’interno, è l'Einstein Telescope; occasione unica che genererà un incredibile indotto. È una battaglia che con il mio partito, Forza Italia, porteremo avanti con decisione.

Quali ricchezze dei piccoli paesi dell’isola ritiene che non siano ancora state valorizzate in modo adeguato?
«La difesa del paesaggio, l'habitat naturale e boschivo, sono ricchezze che andrebbero maggiormente tutelate. È per questo motivo che sono stato il primo firmatario di una proposta di legge per sbloccare le assunzioni in Forestas. Nuovo personale che garantirà la tutela e la valorizzazione di un inestimabile patrimonio verde oltreché rafforzare la prevenzione dell'annosa piaga dei roghi».

Torniamo ai giovani sardi che sono dovuti andar fuori. Cosa si dovrebbe fare per convincerli a rientrare nell’isola?
«Nelle zone interne servizi primari come sanità, trasporti e servizi pubblici andrebbero notevolmente potenziati. Solo in questo modo bloccheremo la fuga di cervelli e dei giovani dai nostri paesi». (v.g.)

In Primo Piano
Elezioni comunali 

Ad Alghero prove in corso di campo larghissimo, ma i pentastellati frenano

Le nostre iniziative