La Nuova Sardegna

La Nuova @ Scuola - I Partner
Gli incontri raccontati dai ragazzi/2

Quella non era la “fiera delle illusioni”: ascoltare Fabrizio Pilo di “Verde Vita” ci ha fatto capire che i sogni non conoscono ostacoli

di Federica Coronas*

	Studenti e docenti delle IV A e B del “ Pira” nella sede della Nuova
Studenti e docenti delle IV A e B del “ Pira” nella sede della Nuova

«Vai avanti perché la tua è una idea vincente. Arrivò secondo ma il messaggio era: non mollare. Così è stato»

06 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Grazie al progetto “La Nuova@Scuola”, noi studenti della 4A e 4B del Liceo Scientifico Michelangelo Pira di Siniscola abbiamo avuto l’opportunità di conoscere il fondatore dell’azienda “Verde Vita” ed il suo socio: Fabrizio Pilo e Mario Muggiolu, ex docente di chimica. L’azienda nasce nel 1996, quando Fabrizio e Mario decidono di entrare in società aspirando di fare qualcosa di grande e utile. Ma la storia inizia qualche tempo prima: Fabrizio proviene da una famiglia non benestante, che ha sempre fatto fatica ad arrivare a fine mese. Fabrizio però aveva un sogno: diventare un imprenditore. Dopo il diploma in ragioneria, nonostante i problemi economici della sua famiglia, si iscrive alla facoltà di Giurisprudenza, che abbandona dopo poco in modo da potersi dedicare completamente al suo obiettivo. Decide di partecipare ad un bando per ottenere dei fondi per il suo progetto, arriva in finale, ma, qualche giorno prima della premiazione, succede qualcosa per lui strana ed inaspettata: viene contattato da uno degli emittenti del bando, il quale gli dice «Comunque vada, non demoralizzarti. Vai avanti perché il tuo è un progetto vincente». Fabrizio rimane stranito da queste parole, non ne capisce il significato. Il giorno della premiazione non vince, ma riceve comunque un milione di lire, circa cinquecento euro di oggi. Dopo poco, scopre che il vincitore del primo premio è il nipote di uno degli emittenti principali. A questo punto lui capisce ciò che l’altro emittente gli aveva voluto dire, capisce che un vincitore c’era già, ma non molla e va avanti. In seguito a varie calpestate di piedi, Fabrizio si crea un piccolo ufficio nella cantina dei suoi genitori e, nel 1994, apre la sua prima, piccola azienda.

Nel 1996 conosce Mario, con il quale crea “Verde Vita”. Oggi l’azienda si occupa di gestione dei rifiuti, di Green Industry, di bonifica di siti contaminati, di bonifiche di amianto, di emergenze sanitarie e ambientali e di pulizie industriali e sanificazioni. L’impresa conta anche numeri e riconoscimenti da record: nel 2021 riceve il premio “Industria Felix - L’Italia che compete”, riconoscimento che conferma la sua leadership nel settore.

Fabrizio ci ha donato un messaggio bellissimo: ci ha insegnato a lottare per i nostri sogni, anche se qualcuno ci mette i bastoni fra le ruote. Lui non ha mollato quando quel concorso a cui aveva partecipato era stato definito da un giornalista «la fiera delle illusioni, o anzi, degli illusi» e ci ha insegnato che gli ostacoli non devono distruggere i nostri sogni, ma che devono spingerci a fare sempre di più.

*Federica Coronas, frequento la classe 4B del Liceo Scientifico Michelangelo Pira di Siniscola

In Primo Piano
Trasporti

Rotaie roventi: un altro stop ai treni

di Andrea Massidda
Le nostre iniziative