La Nuova Sardegna

La giunta Todde

Una mappa e cinque interviste ad altrettanti assessori regionali e i loro piani per la Sardegna

di Claudio Zoccheddu
Una mappa e cinque interviste ad altrettanti assessori regionali e i loro piani per la Sardegna

Le dichiarazioni degli assessori che gestiranno Sanità, Lavoro, Turismo, Lavori pubblici e Bilancio

10 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Il “Giunta maps”, la cartina politica disegnata da Alessandra Todde riporta nella rappresentanza politica schierata ieri mattina in Consiglio regionale una voce di quasi tutti i territori dell’isola. A dire il vero c’è una zona d’ombra perché dei dodici assessori selezionati da Todde nemmeno uno arriva dalla provincia di Oristano, che in questa legislatura ha una rappresentanza abbastanza leggera con appena quattro consiglieri regionali. Pesante, invece, la rappresentanza del Sassarese. Todde ha pescato dal nord dell’isola il nome della candidata più votata, Desirè Manca a cui è stata affidata la delega al Lavoro. Una scelta quasi obbligata vista le più di 8mila preferenze portate in dote dalla neo assessora del Movimento 5 stelle.

Un altro sassarese doc è sicuramente Antonio Piu, nuovo assessore regionale ai Lavori pubblici che ha iniziato la sua carriera politica tra i banchi del consiglio comunale di Sassari e che avrà il suo bel daffare con le storiche incompiute che caratterizzano la zona, dalla Sassari-Olbia alla Sassari-Alghero, per non parlare del tratto “nord” della 131.

Un altro sassarese nella lista di Alessandra Todde è l'architetto e docente Francesco Spanedda, scelto direttamente dalla presidente per occuparsi dei temi dell'Urbanistica. Ai tre assessori sassaresi si aggiungono altri tre rappresentanti del nord Sardegna. Il nome dell’olbiese Giuseppe Meloni, vicepresidente della Regione e assessore al Bilancio, era nella squadra dei titolari fin dall’inizio. E non poteva essere altrimenti considerate le 7mila preferenze collezionate il 25 febbraio.

Nella lista dei “nordisti” compaiono anche i nomi di Franco Cuccureddu e Gianfranco Satta , rispettivamente neo assessori al Turismo e all’Agricoltura, che oltre alla provenienza condividono una lunga esperienza alla guida delle amministrazioni comunali di Castelsardo (Cuccureddu) e Tergu (Satta).

Il nuorese, invece, vanta la pedina più importante dello scacchiere politico regionale, la presidente Alessandra Todde, a cui si affianca la neo assessora agli Affari Generali Mariaelena Motzo, ex assessora del Comune di Bolotana. Il resto della squadra politica di Alessandra Todde, eccezion fatta per lo straniero di turno, il romano Armando Bartolazzi neo assessore alla Sanità, arrivano tutti dal sud dell’isola.

Barbara Manca, a cui spetta lo spinosissimo assessorato ai Trasporti, è di Cagliari anche se arriva in Regione dopo l’esperienza come responsabile della mobilità al Comune di Quartu. Cagliaritano anche il nuovo presidente del Consiglio regionale, Piero Comandini, che chiude la rappresentanza del capoluogo. La nuova assessora all’Ambiente, Rosanna Laconi, è invece di Dolianova, dove è stata sindaca ma anche assessora proprio all’Ambiente. Sono infine due i rappresentanti del Sulcis che si sono accomodati sui banchi della giunta: Emanuele Cani, assessore all’Industria nato a Carbonia, e Ilaria Portas, assessora all’Istruzione che arriva da Masainas.

In Primo Piano
Cronaca

Sassari, tenta di uccidere un uomo col camion: lui arrestato, il 54enne è gravissimo in ospedale

di Gianni Bazzoni
Le nostre iniziative