La Nuova Sardegna

Avviso pubblico

Fondi alle imprese turistiche, Desirè Manca: «L’obbiettivo è creare 15mila posti di lavoro»


	L&#39;assessora al Lavoro Desir&egrave; Manca <em>(foto Mario Rosas)</em>
L'assessora al Lavoro Desirè Manca (foto Mario Rosas)

L’impegno di spesa è per oltre 37 milioni di euro. Nella conferenza stampa l’assessora al Lavoro ha parlato di novità nei criteri di erogazione, possono accedere aziende di 70 codici Ateco

02 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Trentasette milioni di euro per le aziende della filiera turistica, l’obbiettivo è creare 15mila posti di lavoro per i disoccupati over 35 e per i giovani under 35. «Con l’obiettivo di dare un rinnovato impulso alle politiche attive a sostegno dell’incremento occupazionale della filiera turistica – si legge in una nota dell’assessora al Lavoro Desirè Manca -, è stata presentato oggi l’avviso SO.LA.RE. Sardegna - Sostegno Lavoro Regione Sardegna, nell’ambito del Programma regionale FSE + 2021 – 2027. Rispetto al precedente intervento pluriennale “Destinazione Sardegna lavoro”, con l’Avviso SO.LA.RE. abbiamo introdotto alcune importanti novità».

«Modifiche – spiega l’assessora Desirè Manca - dettate da una precisa volontà politica, quella di tendere una mano alle imprese sarde più fragili, a tutte quelle imprese che negli scorsi anni non sono riuscite ad ottenere un sostegno economico, e per le quali ricevere un aiuto finalizzato all’assunzione di personale può davvero fare la differenza. Sulla base dell’osservazione del dato storico, abbiamo deciso di introdurre un massimale, di 300 mila euro per le medie e grandi imprese e di 150 mila euro per le micro e piccole imprese, in modo da poter così soddisfare un maggior numero di istanze e ampliare la platea dei beneficiari. Inoltre - ha precisato l’assessora – alle micro e piccole imprese sarà riconosciuto il sostegno per l’intero arco temporale compreso tra marzo e dicembre, mentre per le medie e grandi imprese si è scelto di non estendere il contributo nei mesi di alta stagionalità turistica come luglio e agosto, in considerazione della natura dell’intervento che punta a promuovere e incentivare la creazione di nuovi posti di lavoro che senza aiuto non potrebbe altrimenti realizzarsi».

L’avviso è rivolto a tutte le aziende del comparto turistico e del suo indotto e comprende circa 70 codici Ateco: dalla ricettività alla ristorazione, dai trasporti alla cultura e spettacolo. Le risorse a disposizione (20.000.000 FSE + 2021 -2027, 17.842.000 fondi regionali) ammontano complessivamente a 37.842.000, di cui 4 milioni destinati alle grandi imprese e 33.842.000 alle micro, piccole e medie imprese.

«Altra importante novità – sottolinea l’assessora del Lavoro – riguarda la tempistica. L’avviso verrà pubblicato entro maggio, ovvero tre mesi prima rispetto all’edizione del 2023. Inoltre, lavoreremo affinché a partire dal 2025 possa essere pubblicato a inizio anno e con copertura di 12 mesi».

«Particolare attenzione – conclude l’esponente della giunta Todde - avrà la tutela dell’occupazione femminile. Il contributo garantisce la copertura compresa tra il 30 e il 40% delle spese per il personale neoassunto».

In Primo Piano
Allarme

Emergenza siccità, la Baronia come il Texas: asciutti anche i pozzi

di Alessandro Mele
Le nostre iniziative