La Nuova Sardegna

Mare aperto

Al via la più grande esercitazione nel Mediterraneo: coinvolti 9500 militari


	La forza anfibia e da sbarco italo-spagnola durante una esercitazione 
La forza anfibia e da sbarco italo-spagnola durante una esercitazione 

Interessati gli spazi di mare di Capo Teulada, l’Italia centro meridionale sino alla Corsica

03 maggio 2024
1 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Quattro settimane di addestramento intenso per 9.500 militari di 22 nazioni, di cui 11 appartenenti alla Nato, e oltre 100 tra navi (prevista anche la portaerei Cavour), aerei, sommergibili e droni. Sono i numeri della esercitazione Mare aperto, la più imponente condotta dalla Marina Militare italiana, nel Mare Mediterraneo. Il via oggi, la conclusione il 27 maggio: teatro gli ampi spazi di mare tra la Sardegna, dove ci sono tre poligoni militari tra il quale quello di Capo Teulada - tra i più importanti d'Europa - l'Italia centro meridionale (mar Ionio e la Sicilia) sino alle coste francesi, Corsica compresa.

Ci saranno reparti anfibi della Brigata Marina San Marco, delle marine di Spagna e Francia e del corpo dei Marines statunitensi. Coinvolti anche gli incursori e i subacquei del Comsubin. L’esercitazione Mare Aperto 2024 vedrà la presenza di unità di Esercito, Aeronautica, Carabinieri e Guardia di Finanza, e Guardia Costiera. La Marina rende noto che saranno coinvolti anche il gruppo navale permanente di contromisure mine della Nato dispiegato nel Mediterraneo (Snmcmg2), gli assetti navali operanti nell'ambito dell'iniziativa Euromarfor, la forza da sbarco spagnola e il gruppo portaerei francese Charles de Gaulle.

In Primo Piano
Il focus

Top 1000: aziende più forti, il personale la vera ricchezza

di Serena Lullia
Le nostre iniziative