La Nuova Sardegna

Amministrazione

Regione, la corsa dei super manager. Quarta consulente per la presidente

Regione, la corsa dei super manager. Quarta consulente per la presidente

Chiusi i bandi per 24 dg. Todde ingaggia una funzionaria del ministero

27 maggio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Cagliari Il conto alla rovescia per far saltare gran parte dei direttori generali degli assessorati è appena cominciato. Pochi giorni fa sono scaduti i 24 bandi pubblicati della Regione per le autocandidature dei super manager ed entro i primi di luglio si saprà se ci saranno più conferme, è improbabile, che avvicendamenti alla guida della macchina amministrativa. Nel frattempo la presidente Alessandra Todde ha messo sotto contratto un altro consulente, il quarto. È Alexia Rota, funzionaria del ministero allo sviluppo economico, che in passato ha già collaborato con Alessandra Todde quand’era sottosegretario nel governo Conte II.

Direttori generali Pubblicati a metà maggio, i bandi sono scaduti mercoledì scorso, ultima data utile per l’invio della domande di partecipazione alla selezione per titoli. Sono 24, cioè tutte, le direzioni generali per cui è stata sollecitata l’autocandidatura di manager che fanno parte dell’amministrazione regionale ma anche di esterni, che comunque non potranno essere più di cinque. Senza ancora far capire quanti saranno gli avvicendamenti rispetto a quelli nominati nella precedente legislatura, la giunta Todde ha pensato bene di avere un suo elenco di nominabili. Prima di luglio, dovrà decidere se azzerare tutti o solo alcuni degli incarichi. Ad esempio l’assessora al lavoro, Desirè Manca, ha già confermato il direttore generale che ha trovato, Eugenio Annicchiarico, così come l’assessore al bilancio, Giuseppe Meloni, con Marcella Marchioni.

Lo staff Dopo il decreto con cui Alexia Rota, romana, è stata nominata consulente della presidenza per i rapporti internazionali, sono saliti a nove i componenti dello staff tecnico di Alessandra Todde. Stando alla legge del 2022, è quella dei maxi Uffici di gabinetto, allora voluta da Christian Solinas ma allo stesso tempo contestata con forza dalle opposizioni dell’epoca, però è ancora in vigore, la presidente potrebbe nominare altri sei consulenti e un sesto esperto. Prima di Alexia Rota, le nomine erano state quelle di tre consulenti (Jacopo Gasparetti alla comunicazione, Stefano Esu enti locali e Diego Corrias alla programmazione) e di cinque esperti (Andrea Balduzzi industria, Franciscu Sedda lingua sarda e tradizioni, Stefano Ferreli legislazione, Thomas Castangia innovazione e Nicola Pirina per lo sviluppo territoriale.
 

In Primo Piano
Incidente stradale

Tragedia a Pula: investe un cervo con lo scooter, cadendo batte il capo e muore

Le nostre iniziative