La Nuova Sardegna

La polemica

Desirè Manca: «incontro disertato dai sindaci», l’Anci: «Non è così, attacco evitabile», ma c’è la replica

di Paolo Ardovino

	L&#39;assessora al Lavoro Desir&egrave; Manca <em>(foto Mario Rosas)</em>
L'assessora al Lavoro Desirè Manca (foto Mario Rosas)

Il post social dell’assessora regionale al Lavoro fa discutere, Falconi: «Non è arrivata alcuna convocazione», dure le repliche di Piga e Pais. Immediata la risposta di Manca: «Falconi dovrebbe fare lo sforzo di informarsi»

06 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





Sassari Tutto è cominciato da un incipt inusuale: “Sono molto dispiaciuta. A volte quando ci chiediamo il perché, diamoci anche le risposte”: così scrive l’assessora regionale al Lavoro Desirè Manca nell’ultimo post della sua pagina facebook. Il riferimento è a un incontro che si sarebbe dovuto tenere ieri mattina per «mettere a punto le diverse fasi del progetto che prevede un investimento di oltre 14 milioni di euro di risorse» per i centri per l’impiego della Sardegna. Incontro al quale non si sarebbero presentati, sostiene l’assessora, proprio i sindaci coinvolti. 

Immediata la risposta della neo presidente di Anci Sardegna, Daniela Falconi, «sorpresa» per la notizia e «dispiaciuta per questo attacco. Ho sentito i sindaci e nessuno ha ricevuto alcuna comunicazione». 

Nel post, Desirè Manca spiega: «Avrebbe dovuto tenersi un primo incontro preliminare di raccordo con i sindaci dei Comuni coinvolti nel progetto. L’incontro, organizzato in video conferenza per agevolare la presenza degli invitati, è però saltato per la mancata partecipazione da parte di alcuni dei primi cittadini convocati – e ancora –. Ho convocato questa riunione confidando nel fatto che l’obiettivo fosse comune. Provvederò a convocare nuovamente i sindaci, questa volta in presenza». 

Falconi, sindaca di Fonni, a nome dei primi cittadini non ci sta: «Sentirò l’assessora al più presto e spero di riportare il giusto dialogo, ma dispiace un attacco social del genere. Mi viene da pensare ci sia stato un errore nell’invio della convocazione perché nessuno mi ha detto di averla ricevuta. Manca ha voglia di lavorare per il territorio e per questo ci tengo a ricucire questo strappo, ma il post era evitabile». 

In tal senso è intervenuto anche Fausto Piga, consigliere regionale Fratelli d’Italia: «L’Assessore al lavoro Desirè Manca chieda scusa ai Sindaci sardi, le sue dichiarazioni sono state gravi e irresponsabili – va già duro –. Anci bene ha fatto a rimarcare la serietà dei Sindaci e sottolineare la leggerezza dell’Assessore Manca che con il suo atteggiamento social ha generato una pubblica gogna verso i primi cittadini, accusati di aver snobbato una riunione organizzata dall'Assessorato al Lavoro per fare il punto sui Centri per l’impiego». 

Tra le reazioni, anche quella del segretario regionale della Lega, Michele Pais: «L'Assessore Manca usa i social come una clava mediatica contro chi non si schiera con lei. La sua retorica è divisiva e in ogni caso l'assessore Manca dovrebbe riflettere sulle sue parole e considerare le conseguenze delle sue azioni».

Immediata la replica di Manca, con una nota ufficiale: «La presidente dell’Anci Sardegna, Daniela Falconi, dovrebbe fare lo sforzo di informarsi prima di accusare un assessore regionale di dire falsità. Chi rappresenta i Comuni dovrebbe parlare con dati alla mano e leggere con attenzione le note stampa. Gli uffici dell’assessorato del Lavoro erano e sono a disposizione per fornire alla Falconi tutta la documentazione che attesta la ricezione del nostro invito da parte dei sindaci coinvolti nel progetto. Piuttosto, ritengo che di fronte ad una richiesta di collaborazione che questo assessorato ha rivolto ai sindaci coinvolti nel progetto di riorganizzazione dei Centri per l’impiego, proprio Anci, avrebbe dovuto chiamare i nostri uffici. Alla luce delle false accuse ricevute da parte della Presidente, attendo formali scuse». 

In Primo Piano
Carabinieri

Con la moglie incinta al volante insegue una coppia in auto e spara colpi di fucile: arrestato per tentato omicidio 39enne di Sardara

Le nostre iniziative