La Nuova Sardegna

Sassari

I cambi di partito e le bocciature

di Vannalisa Manca

Numerosi gli ex consiglieri che speravano in un ritorno a Palazzo ma manovre e tentativi sono falliti

28 maggio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. Ci sono nuovi ingressi a Palazzo Ducale, per la prima volta ci saranno i grillini, è aumentato il numero delle donne, ma ci sono anche bocciature sorprendenti.

Nel Pd, che aveva fortemente rinnovato la lista, restano fuori l’ex capogruppo Gavino Pinna, Roberto Ara, Paolo Scanu e Massimo Sechi. Successo personale per l’ex presidente della commissione Cultura, Sergio Scavio (Sel), ma i suoi 339 voti non bastano per il lasciapassare in Comune. Devono ripiegare anche l’ex capogruppo dell’Upc Rino Tedde (pur forte di 510 preferenze) e anche il già assessore ai Servizi sociali (che lasciò anticipatamente l’incarico) Cesco Scanu che ha preso 420 voti.

Niente da fare per Luciano Chessa: l’ex presidente del consiglio comunale, un sardista che nel 2010, convinto sostenitore di Gianfranco Ganau, lasciò il centrodestra per approdare nell’Upc. Stavolta aveva scelto di candidarsi con la Base di Arbau, ma i 271 voti non sono stati sufficienti all’elezione.

Non ce l’ha fatta neppure Simone Maulu, il sostenitore dell’Irs che aveva sposato la causa di Nicola Sanna.

Non è riuscita la manovra di Michele Foe, già consigliere di Sassari è, che sperava di ritornare a Palazzo Ducale sotto le insegne dell’Idv. Il passaggio al centrodestra, nelle fila di Forza Italia non premia Piero Frau (appena 196 preferenze), il dissidente dell’amministrazione Ganau, che nelle precedenti elezioni comunali era stato eletto con una civica. Non ritornerà in consiglio neppure il capogruppo del vecchio Pdl, Antonello Desole, che si è candidato come capolista di Fratelli d’Italia.

Trombato anche Giovanni Fadda, capolista di Unidos, che appoggiava la candidatura di Rosanna Arru a sindaco del centrodestra. Nessuna speranza neppure per il suo compagno di cordata Giancarlo Profili, anche lui vecchia conoscenza del Consiglio.

Niente da fare neppure per un altro volto noto della vecchia politica sassarese: Manfredi Cao, democristiano che era passato all’Upc, ha cercato l’elezione nella lista del centrodestra di Lucchi, Sassari è: ma il tentativo è fallito.

In Primo Piano
La delibera

Allarme siccità, la Regione autorizza e finanzia nuovi pozzi e dissalatori

Le nostre iniziative