La Nuova Sardegna

Sassari

Polano: furti al cimitero da noi tolleranza zero

di Giovanni Bua
Polano: furti al cimitero da noi tolleranza zero

L’assessore comunale: incontreremo l’impresa che gestisce la guardiania Non escludiamo nessuna iniziativa per risolvere un problema odioso

29 luglio 2014
2 MINUTI DI LETTURA





SASSARI. «Ho letto con grandissimo dispiacere dei furti in aumento al cimitero di Sassari, e devo dire che ne avevo avuto notizia di recente anche da parte di amici e parenti. Non posso nascondere che sono rimasto davvero colpito, soprattutto per quanto riguarda l’inspiegabile sottrazione delle foto dei defunti. Immagino il dolore di chi sia vittima di un affronto del genere e non posso che iniziare a parlare di questo tema dandogli la mia più completa e sincera solidarietà».

Non è tra le poltrone più solide della giunta quella che occupa Luigi Polano, assessore alle Politiche per l'innovazione, servizi informativi, personale e Punto Città. Il suo nome è dato sempre in partenza negli schemi di rimpasto che dovrebbero portare la pace in casa Pd, ma questo non impedisce all’avvocato civilista (come d’altronde agli altri due assessori “ballerini” Luca Taras e Francesca Fantato) di buttarsi anima e corpo nel suo lavoro di assessore “a termine”. Tra le sue competenze quella riguardante il cimitero, nel quale nell’ultimo periodo sta andando in scena una inspiegabile raffica di furti. Ai soliti fiori infatti, ai quali nell’ultimo periodo si erano aggiunti anche vasi e oggetti di ogni tipo,e spesso di nessun valore se non affettivo, si stanno inspiegabilmente aggiungendo le foto dei defunti. Quelle in ceramica sistemate sulle tombe.

Oggetti che chiaramente non hanno nessun “pregio”. E il cui furto ha fatto montare la rabbia dei cittadini, che stanno vagliando iniziative clamorose, tra cui una sorta di ronda organizzata del cimitero.

«Capisco – sottolinea Polano – la rabbia e l’indignazione dei cittadini. Anche se li invito, come sempre, ad avere fiducia nelle istituzioni e a evitare qualsiasi tipo di giustizia fai da te. Con l’invito e a non lasciare nessun oggetto di valore nelle tombe dei loro cari». «Per quanto riguarda i furti all’interno del cimitero – continua l’assessore – al più presto incontreremo l’impresa che si occupa della guardiania e insieme a loro valuteremo se esistono smagliature nella sicurezza che possono essere risolte. Non escludo poi che, se la situazione dovesse perdurare con questa gravità, si possano prendere altre iniziative, magari coinvolgendo la polizia municipale, o in accordo e coordinamento con le forze dell’ordine».

«Ora – chiude l’assessore Luigi Polano – è prematuro entrare in questi dettagli. Ma quello che mi sento di dire è che l’attenzione dell’amministrazione comunale rispetto a queste problematiche è massima, come la nostra vicinanza a chi subisce questo genere di furti. Faremo il possibile per risolvere il problema, che comunque è l’ennesima dimostrazione del drammatico momento che stiamo vivendo».

La rabbia degli agricoltori

Il movimento dei trattori blocca il porto di Cagliari: «Basta con le prese in giro»

di Andrea Sini
Le nostre iniziative