Un milione per eliminare il rischio idrogeologico

Il corposo finanziamento regionale destinato al centro di Villanova Monteleone Cinque interventi per realizzare muri di contenimento e posare reti paramassi

VILLANOVA MONTELEONE. Grazie a un finanziamento di un 1 milione di euro, erogato dall’assessorato regionale ai Lavori pubblici, verranno realizzate una serie di opere per la mitigazione del rischio frane nel centro abitato. Dopo la recente stipula di apposita convenzione fra il sindaco Quirico Meloni e l’assessore regionale Paolo Maninchedda, saranno attivate le procedure per la progettazione e l’affidamento degli interventi previsti nello studio di fattibilità. Un importante finanziamento per mettere in sicurezza alcune zone del paese, individuate considerando le zone a maggiore criticità a rischio frana, ed evidenziate nell’ultima variante al piano di assetto idrogeologico, redatto dai professionisti Fabio Cambula e Andrea De Santis. Cinque i lotti previsti. Il primo è nel tratto terminale di via Sassari, adiacente piazza della Repubblica. Per evitare cedimenti dell’asse stradale si realizzerà un muro in cemento armato di circa 70 metri, il rifacimento del marciapiede e della pavimentazione viaria, la riattivazione della rete di illuminazione pubblica e la posa delle barriere di protezione stradale. Altro lotto è l’area retrostante la caserma dei carabinieri e via Cagliari: qui si interverrà sul promontorio retrostante le abitazioni, attraverso la posa di reti metalliche rinforzate con funi d’acciaio, per evitare la caduta di massi instabili. Il terzo lotto riguarda l’area compresa fra via Grazia Deledda e via Lavagna: qui, considerata la grande instabilità dei versanti presenti lungo la strada, si procederà sia a posizionare delle reti paramassi, sia a regolare le acque superficiali, per evitare fenomeni di erosione che potrebbero causare smottamenti pericolosi per la stabilità delle case. Il quarto intervento in programma, è la messa in sicurezza del versante sottostante il cortile dell’ex asilo “Vergine Interrios”, adiacente alla strada provinciale di accesso al centro abitato: verrà realizzato un muro di contenimento in cemento armato, con la posa di reti in acciaio, opere di drenaggio e canalizzazione delle acque meteoriche. Ultimo e quinto lotto, è la zona di “Su cantaru”, dove è presente una bellissima fontana pubblica sita al termine di una lunga scalinata realizzata in pietra locale: in questo lotto, dove sarà impegnata la quota maggiore del finanziamento regionale, l’area circostante presenta fenomeni franosi e possibili distacchi di massi nella parte subito a monte della fonte e delle pertinenze. Per l’assessore comunale ai Lavori pubblici Gianni Sogos, «nel passato, proprio nella zona di Su Cantaru, si era intervenuti con la realizzazione di muri in pietra e malta cementizia per stabilizzare una parte dell’area, e oggi è necessario completare l’opera con reti di protezione e muri di contenimento». Il sindaco Quirico Meloni sottolinea che «grazie a questo finanziamento si è riusciti a programmare una pluralità di interventi di messa in sicurezza in seno al nostro centro abitato, che daranno maggiore serenità ai cittadini di Villanova, ma che produrranno sicuramente benefici effetti anche sotto il profilo occupazionale».

WsStaticBoxes WsStaticBoxes