Corsa in rosa, tutto pronto per dire no alla violenza

Domenica 12 marzo la sesta edizione dell’attesissima camminata a passo libero Già più di mille le adesioni tra sbandieratori, balli, flash mob e tanta solidarietà

SASSARI. Contro la violenza e l’indifferenza, per abbattere i silenzi e la paura. Per il sesto anno consecutivo Sassari si veste di rosa, indossa scarpette da corsa e marcia contro la violenza sulle donne.

Domenica 12 marzo l’appuntamento è per le 10 in piazza d’Italia con la sesta edizione della "Corsa in rosa", manifestazione organizzata dalla Uisp di Sassari e dall’associazione Currichisimagna, con il patrocinio del Comune di Sassari, l’adesione di tanti Comuni del circondario e il sostegno di decine di sponsor e associazioni cittadine. Già un migliaio di persone si sono iscritte all’evento che, con l’arma dell’allegria e dell’unità, vuole lanciare messaggi precisi alle donne e alla società: alle donne, di non sentirsi mai sole e non avere paura di denunciare i soprusi subiti; alla società, che è tempo di cambiare, di crescere condannando senza attenuanti le discriminazioni e le violenze, fisiche e psicologiche, nei confronti delle donne.

La manifestazione è stata presentata ieri mattina nella sala Angioy del palazzo della Provincia, alla presenza l’assessora alle Politiche sociali e Pari opportunità, Monica Spanedda, l’assessora alle Politiche educative, giovanili e Sport, Maria Vittoria Casu, la presidente dell’Uisp Comitato regionale Sardegna, Maria Pina Casula, e il presidente dell’associazione Currichisimagna, Luca Sanna.

Il programma si svilupperà in due giornate: sabato 11 marzo appuntamento in piazza d’Italia dalle 10 alle 18, con attività di intrattenimento dell’associazione Educlawn, il Free-up corso di fitness, i corsi e le dimostrazioni di autodifesa personale e i corsi di batteria di Bateras Beat. Domenica 12 è il giorno della corsa, alla quale parteciperà anche una rappresentanza della Brigata Sassari.

I percorsi sono due: uno, di corsa vera, da 2,5 chilometri che percorre via Roma, via Asproni, via Deffenu, via Amendola, viale Italia e via Carlo Aberto; un altro più breve (un chilometro) dedicato al gruppo di “Mamme in passeggino”, accompagnato anche quest’anno dalle “Mamme in marsupio”, insieme ai loro piccoli atleti. Ad attendere le partecipanti all’arrivo ci saranno gli Sbandieratori e i musici della città dei Candelieri, mentre i più piccoli saranno accolti da Topolino e Minnie.

Poi ancora balli, musica, zumba e, per chiudere la giornata, si ripeterà il Flash Mob di One Billiong Rising, sulle note di “Break the Chain”.

Una festa in rosa per accendere i riflettori su tante tematiche che riguardano l’universo femminile e non solo: saranno presenti l’Avis che effettuerà gratuitamente, a coloro che lo richiederanno, il controllo della glicemia e della pressione arteriosa, l’Aism, Associazione Italiana Sclerosi Multipla e l’Andos, Associazione Nazionale donne operate al Seno. Una parte delle quote di iscrizione sarà devoluta all’Admo, Associazione Donatori di Midollo Osseo e all’Associazione Doppia Difesa, che offre sostegno e tutela alle vittime di discriminazioni, abusi e violenze.

WsStaticBoxes WsStaticBoxes