Centro giovanile al palo L’assessora: da definire l’uso

PORTO TORRES. Il Centro di aggregazione giovanile di via Principe di Piemonte, finanziato anni fa dalla Regione con una somma 160mila euro per allestire uno spazio dedicato ai musicisti locali, non è...

PORTO TORRES. Il Centro di aggregazione giovanile di via Principe di Piemonte, finanziato anni fa dalla Regione con una somma 160mila euro per allestire uno spazio dedicato ai musicisti locali, non è stato ancora aperto al pubblico e l’amministrazione comunale deve decidere la destinazione d’uso delle sale.

Sull’argomento aveva presentato una interrogazione il consigliere Davide Tellini – rimarcando l’inefficienza amministrativa per un anno e mezzo – e ha risposto in Consiglio l’assessora Rosella Nuvoli. «Non si è provveduto alla disciplina dell’uso della struttura – ha detto – in quanto la sala di incisione e la sala internet sono insufficienti per essere definite centro di aggregazione: entro fine febbraio sarà definita la destinazione di utilizzo delle due sale, con altri spazi adiacenti, per poi poter effettuare il bando».

Tellini ha considerato insufficiente la risposta della rappresentante della giunta, perchè «in un contesto di profondo degrado socioculturale della città non si sono favorite attività sociali coinvolgendo i giovani e organizzando corsi formativi di alfabetizzazione informatica». (g.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes