Casa popolare allagata, sos di una 93enne

SASSARI. A 93 anni ritrovarsi con la casa quasi allagata, senz’acqua calda, con il bagno poco agibile per le infiltrazioni da una colonna montante, può essere una situazione difficile da gestire. Per...

SASSARI. A 93 anni ritrovarsi con la casa quasi allagata, senz’acqua calda, con il bagno poco agibile per le infiltrazioni da una colonna montante, può essere una situazione difficile da gestire. Per fortuna che a Maria Paschino la grinta non manca e non si è certo lasciata andare alla disperazione quando si è ritrovata con lo scaldabagno in tilt: ha chiamato un elettricista perché isolasse l’impianto ed evitasse un corto circuito. Ma se il tecnico è arrivato a spron battuto, risposta altrettanto celere la signora Paschino non l’ha avuta da Area.

Quando ha chiamato l’ente per segnalare quanto era accaduto nel suo appartamento al numero 6 di via Vittorio Alfieri, alloggio popolare nei pressi del parco di via Montello, «mi hanno risposto che non potevano eseguire l’intervento per mancanza di fondi – racconta la donna –. E il bello è che non mi viene concesso nemmeno di provvedere con soldi miei, d’accordo con gli altri inquilini».

«Anche le scale della nostra palazzina si sono allagate e per fortuna che un’inquilina ha provveduto ad asciugare l’acqua, perché ci mancava solo che qualcuno del palazzo scivolasse», racconta l’ultranovantenne.

«Davvero è una situazione insostenibile e io non so più cosa fare – dice Maria Paschino –. Ho riscattato l’appartamento e potrei fare i lavori di riparazione della colonna montante di tasca mia, se mi fosse concesso. Ma se non lo posso fare, intervenga almeno Area. Vivo sola, ho 93 anni, cos’altro devo dire?»

WsStaticBoxes WsStaticBoxes