«L’ecologia sia un valore universale»

Don Marrosu commenta l’enciclica “Laudato si” all’incontro della Caritas

OZIERI. Un’ecologia che non deve essere principio da osservare distrattamente ma un valore da portare avanti con attivismo e consapevolezza. Questa la riflessione emersa nel primo incontro promossi dalla Caritas sui contenuti dell’enciclica “Laudato si’” di papa Francesco, commentata nei giorni scorsi dal relatore, il vicario generale don Gavino Marrosu, e da un numeroso pubblico composto da referenti, operatori parrocchiali, catechisti e privati cittadini dalle diverse comunità del territorio.

Un pubblico attento e consapevole «che ha confermato - ha commentato il direttore della Caritas diocesana don Mario Curzu - il grande interesse attorno ai temi ambientali animando un interessante confronto a margine sebbene la nostra verde Isola potrebbe fornire ai più riluttanti valide giustificazioni al negazionismo della cosiddetta “psicosi ambientalista” ormai di dominio internazionale».

La lettera pastorale “Laudato si’” è «enciclica sociale e non ecologica», ha chiarito don Guido Marrosu, che ha «contenuti scomodi per chi vive dalla parte fortunata della Terra e non sente l’urgenza di modificare il proprio stile di vita, mentre sono i poveri a pagare il prezzo più alto dei disastri ambientali». E’ questo il significato sociale dello spirito ecologico: «trasformare in sofferenza personale quello che accade al mondo, e così riconoscere qual è il contributo che ciascuno può portare» e comprendere che problemi come la carenza di acqua, la tutela delle biodiversità e il debito ecologico tra Nord e Sud del mondo meritano, «non una reazione debole contro le tragedie di tante persone e popolazioni, troppo spesso considerate un mero danno collaterale». Portare avanti lo spirito ecologico, ha detto don Guido, significa orientarsi verso «un consumismo più consapevole e sostenibile da una parte della popolazione mondiale e creare un sistema normativo che includa limiti inviolabili e assicuri la protezione degli ecosistemi, affinché evitare il disastro sia ancora possibile». (b.m.)

WsStaticBoxes WsStaticBoxes